PRESIDIO PERMANENTE ALLA GAM DI BOJANO (CB)

Redazione di Operai Contro, Gli operai protestano con blocchi stradali e sciopero della fame per difendere il posto di lavoro Presidio permanente con sbarramenti di camion e sciopero della fame: così gli operai dell’azienda avicola Gam di Bojano (Cb) stanno protestando da alcuni giorni davanti ai cancelli della fabbrica molisana per difendere il posto di lavoro. Una protesta che ha investito anche il presidente della Regione Molise, Paolo Di Laura Frattura, e l’amministratore delegato dell’azienda, l’ingegnere Nicola Baranello, subissati nel corso di un incandescente confronto sulle sorti dello stabilimento matesino da fischi, insulti e minacce da parte degli operai. […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Gli operai protestano con blocchi stradali e sciopero della fame per difendere il posto di lavoro

Presidio permanente con sbarramenti di camion e sciopero della fame: così gli operai dell’azienda avicola Gam di Bojano (Cb) stanno protestando da alcuni giorni davanti ai cancelli della fabbrica molisana per difendere il posto di lavoro.

Una protesta che ha investito anche il presidente della Regione Molise, Paolo Di Laura Frattura, e l’amministratore delegato dell’azienda, l’ingegnere Nicola Baranello, subissati nel corso di un incandescente confronto sulle sorti dello stabilimento matesino da fischi, insulti e minacce da parte degli operai. Un confronto “ruvido”, presto abbandonato dal governatore e dal padrone.

Il governatore l’ha presa particolarmente male, così, nel corso di una successiva conferenza stampa, ha puntato il dito contro gli operai che si erano resi protagonisti di atteggiamenti disapprovati anche dai sindacati. «Da ora in avanti non allargheremo alla partecipazione generale i tavoli di confronto e le assemblee, che dovremo tenere solo con i sindacati e con le persone che si comportano correttamente». Con i sindacati compiacenti il governatore si sente a suo agio, con gli operai alla fame no!

 

I sindacati, ovviamente, ci tengono al proprio “buon nome” e agli amici. Perciò si sono subito allontanati dalle posizioni degli operai che incalzano sugli stipendi arretrati e sulla ripresa, pur parziale, dell’attività produttiva.

 

Gli operai da soli continuano la lotta. Nello scontro sociale imparano a individuare tutti i nemici, uno per uno, e a contare sulle proprie forze.

 

SALUTI OPERAI DAL MOLISE

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.