Il gemello del Porcellum

Egregio Direttore tanti anni fa c’era la lotteria di capodanno. Forse c’è ancora ma non ha più lo stesso peso, siamo sommersi ogni giorno dalle “lotterie” di leccapiedi, governanti o presunti tali. Renzi è una lotteria continua con tanto di trucco, ogni giorno da i numeri poi li cambia il giorno dopo. Le regole le stabilisce lui, ma non chiedetegli con quale criterio. Ieri ha dichiarato di essere pronto a modificare il premio di maggioranza che dovrebbe essere fissato tra il 35 e il 40 per cento. In pratica una riedizione del Porcellum che dicono di abolire. Renzi prende […]
Condividi:

Egregio Direttore

tanti anni fa c’era la lotteria di capodanno. Forse c’è ancora ma non ha più lo stesso peso, siamo sommersi ogni giorno dalle “lotterie” di leccapiedi, governanti o presunti tali.

Renzi è una lotteria continua con tanto di trucco, ogni giorno da i numeri poi li cambia il giorno dopo.

Le regole le stabilisce lui, ma non chiedetegli con quale criterio.

Ieri ha dichiarato di essere pronto a modificare il premio di maggioranza che dovrebbe essere fissato tra il 35 e il 40 per cento. In pratica una riedizione del Porcellum che dicono di abolire.

Renzi prende per il culo anche la Corte costituzionale per la quale il premio di maggioranza non può essere di più che una cosa simbolica.

Euforico dopo l’incontro con Berlusconi, Renzi convinto di aver realizzato un opera epica, dichiara: “In un mese è a portata di mano quel che in venti anni di chiacchiere non si è mai realizzato, una legge elettorale per cui chi vince governa stabilmente senza il diritto di ricatto dei partiti”.

Per liquidare quello che chiama “il ricatto dei partiti”, Renzi vuole mettere un premio di maggioranza  del 40%, che vuol dire, chi vincerà le elezioni prenderà il 40 per cento di parlamentari in più di quanti gliene assegna il risultato delle urne.

Berlusconi ha subito preso la palla al balzo dichiarando che: “questo paese si governa solo così”.

Giulivo come una pasqua Renzi assicura che: “chi vince governa stabilmente senza il diritto di ricatto dei partititi”.

Ma tutto sto casino per fare una legge simile a quella che c’era già?

Evidentemente l’incontro Renzi – Berlusconi nasconde altre “lotterie” che non sono ancora emerse.

Per quel che mi riguarda non andrò più a votare.

Un ex elettore del Pd.

Condividi:

Facebook Comments

1 Comment

  1. alanza53

    Caro ex- elettore del PD: SONO GLI ITALIANI CHE NON CAPISCONO LE RICHIESTE E SI AFFIDANO ALL’UOMO SOLO AL COMANDO. FACEVA ARRIVARE I TRENI IN ORARIO E LO FECERO PRIMO MINISTRO, E CI PORTO’ FAME MACERIE E CI PRIVO’ DELLA LIBERTA’ ERA MEGLIO “FORSE SE LO AVESSERO FATTO CAPOSTAZIONE”. MATTEO RENZI VUOLE ASFALTARE TUTTI E I TUOI EX AMICI DI PARTITO ( LA PAROLA COMPAGNI NON SI ADDICE) E QUELLI DEL PD, AL POSTO DI FARLO CANTONIERE ANAS LO FANNO SEGRETARIO DI PARTITO. CORAGGIO, RENZI NON CI PROVOCHERA’ LE NEFANDEZZE DEL MANCATO CAPOSTAZIONE. LA CRISI DEL SISTEMA CAPITALISTA, CHE STA’ PROVOCANDO LA MISERIA PER MOLTI E LA RICCHEZZA PER POCHI NON CI DA ALTERNATIVE. IL PARTITO OPERAIO SPAZZERA’ VIA RENZI E IL SISTEMA SOCIALE DEI PADRONI CHE SI BASA SULLA SCHIAVITU’ DEL LAVORO SALARIATO. QUANDO GLI SCHIAVI SI ORGANIZZERANNO NON CI SARA’ PIU’ SPAZIO NE’ PER I PADRONI NE’ PER I LORO LACCHE’.