Renzi – Berlusconi: dal bipolarismo al duopolio.

Caro Operai Contro, l’incontro fra Renzi e Berlusconi non si è concluso come pronosticava il segretario del Pd con un accordo sulla riforma della legge elettorale. Ma ha gettato le basi per trasformare il bipolarismo in duopolio. Ovvero un monopolio della politica diviso in 2 gruppi politici, o 2 partiti, o 2 coalizioni, che possono alternarsi al governo e all’opposizione, ma sostanzialmente sono d’accordo: 2 facce della stessa medaglia per difendere gli interessi di padroni e borghesi. Tra le misure anche lo sbarramento per i partiti che a livello nazionale non raggiungono l’8% dei voti. Con la riforma elettorale […]
Condividi:

Caro Operai Contro,

l’incontro fra Renzi e Berlusconi non si è concluso come pronosticava il segretario del Pd con un accordo sulla riforma della legge elettorale.

Ma ha gettato le basi per trasformare il bipolarismo in duopolio.

Ovvero un monopolio della politica diviso in 2 gruppi politici, o 2 partiti, o 2 coalizioni, che possono alternarsi al governo e all’opposizione, ma sostanzialmente sono d’accordo: 2 facce della stessa medaglia per difendere gli interessi di padroni e borghesi.

Tra le misure anche lo sbarramento per i partiti che a livello nazionale non raggiungono l’8% dei voti.

Con la riforma elettorale e della costituzione, Renzi e Berlusconi con i rispettivi partiti e coalizioni, mettono a punto le nuove regole che trasformano il bipolarismo in duopolio, sognando di alternarsi indisturbati al governo.

Hanno fatto i conti senza l’oste.

Saluti Oxervator

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.