Il fenomeno di Ponte Vecchio

Egregio Direttore ” Parlare di rimpasto è roba da prima repubblica – dice Renzi ai suoi – vi prego: parliamo di cose concrete “. Così ha esordito ieri mattina arrivando a Roma. Quali sono le ” cose concrete ” di Renzi segretario del Pd? Eccole. Cambio di passo nell’agenda di governo. Svolta nella riforma elettorale con 4/5 proposte del Pd al governo Un elenco di provvedimenti del Pd da proporre al governo, per arginare “il giudizio sul governo non entusiasmante”. Nel pomeriggio Renzi è salito al Quirinale per un faccia a faccia con Napolitano su: riforma della legge elettorale […]
Condividi:

Egregio Direttore

” Parlare di rimpasto è roba da prima repubblica – dice Renzi ai suoi – vi prego: parliamo di cose concrete “. Così ha esordito ieri mattina arrivando a Roma.

Quali sono le ” cose concrete ” di Renzi segretario del Pd?

Eccole.

Cambio di passo nell’agenda di governo.

Svolta nella riforma elettorale con 4/5 proposte del Pd al governo

Un elenco di provvedimenti del Pd da proporre al governo, per arginare “il giudizio sul governo non entusiasmante”.

Nel pomeriggio Renzi è salito al Quirinale per un faccia a faccia con Napolitano su: riforma della legge elettorale e riforme istituzionali. Poi è rientrato alla sede del Pd in largo del Nazareno.

Qui ha convocato una riunione con i capigruppo del Pd e i presidenti delle Commissioni, augurando pronta guarigione a Bersani, poi, un’altra scarica di concretismo: ” Io non ho chiesto il rimpasto, il Pd non l’ha chiesto, se il premier ritiene nella sua autonomia di fare piccole modifiche o grandi modifiche, noi siamo a sua disposizione, ma il rimpasto non è oggetto di discussione del Pd “, ha detto. ” Il governo deve lavorare per tutto il 2014 e fare le cose bene. Questo governo e questa maggioranza siamo noi. Sono d’accordo con Cuperlo: il governo va incalzato per evitare brutte figure “.

Poi Renzi ha aperto con i suoi anche un confronto sulla legge elettorale: ” Abbiamo costretto tutti a scoprire le carte sulla legge elettorale. Il Mattarellum ha il pregio del rapporto con il territorio, lo spagnolo puro, che non ha senso senza premio di maggioranza, spinge al bipartitismo, mentre il doppio turno senza preferenze andrebbe contro la Consulta. E comunque serve l’accordo più ampio possibile “. Sulla vicenda della tassazione della prima casa, Renzi è molto critico: ” se avessimo chiamato i più grandi esperti per complicarla non avremmo ottenuto un risultato come quello di questi giorni “.

Avete visto quante ” cose concrete ” ha fatto Renzi in un giorno solo? Oggi rientra a Firenze; non è escluso che nel weekend torni a Roma per farne altrettante.

Saluti da Fiesole

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.