Renzi le pensa anche di notte

Cara Operai Contro, oggi Renzi si è svegliato assicurando: “Entro 8 mesi nuovo codice del lavoro, riduzione del numero di contratti”. I padroni potrebbero prenderlo in parola se, a farne le spese saranno ancora operai e lavoratori, dal momento che di per sé, ridurre il numero dei contratti non significa  più salario, né più occupazione.. Un “percorso per inserimento – dice Renzi – a tempo indeterminato e un assegno universale per chi perde il lavoro”. Renzi è come la Camusso, non dice a quali condizioni lavorative e salariali porterebbero tali cambiamenti. Per Ferragosto quindi (salvo pensate intermedie), avremo il […]
Condividi:

Cara Operai Contro,

oggi Renzi si è svegliato assicurando: “Entro 8 mesi nuovo codice del lavoro, riduzione del numero di contratti”.

I padroni potrebbero prenderlo in parola se, a farne le spese saranno ancora operai e lavoratori, dal momento che di per sé, ridurre il numero dei contratti non significa  più salario, né più occupazione..

Un “percorso per inserimento – dice Renzi – a tempo indeterminato e un assegno universale per chi perde il lavoro”. Renzi è come la Camusso, non dice a quali condizioni lavorative e salariali porterebbero tali cambiamenti.

Per Ferragosto quindi (salvo pensate intermedie), avremo il “codice Renzi” del lavoro, che come dice lui stesso, dovrà: “racchiudere e semplificare tutte le regole attualmente esistenti, riducendo le varie forme contrattuali, oltre 40, che hanno prodotto uno spezzatino insostenibile”.

Con queste premesse lo “spezzatino insostenibile” rischia di diventare un “polpettone indigeribile”, per operai e lavoratori, portando unicamente vantaggi ai padroni e a quanti campano sul lavoro altrui.

Stiamo attenti alle pensate di Renzi ed alle loro conseguenze.

Saluti.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.