Le punte del forcone

Caro Direttore, come se avesse un forcone puntato al culo Napolitano strepita: “Il voto non è vicino”. E’ un urlo rivolto ai partiti che si arrovellano sul come fare per vincere le prossime elezioni. Napolitano vorrebbe invece che diano risposte immediate per far rientrare dalle piazze la protesta dei forconi. Letta ha raccolto l’invito e nel chiedere la fiducia al governo, promette che ci vorranno almeno 18 mesi. Per fare che cosa? Indovinate? “Per far funzionare le istituzioni”. Quindi ci vorranno non meno di 18 mesi per fare una legge elettorale. L’abolizione del Porcellum da parte della Consulta è […]
Condividi:

Caro Direttore,

come se avesse un forcone puntato al culo Napolitano strepita: “Il voto non è vicino”.

E’ un urlo rivolto ai partiti che si arrovellano sul come fare per vincere le prossime elezioni.

Napolitano vorrebbe invece che diano risposte immediate per far rientrare dalle piazze la protesta dei forconi.

Letta ha raccolto l’invito e nel chiedere la fiducia al governo, promette che ci vorranno almeno 18 mesi.

Per fare che cosa? Indovinate?

“Per far funzionare le istituzioni”.

Quindi ci vorranno non meno di 18 mesi per fare una legge elettorale. L’abolizione del Porcellum da parte della Consulta è stata provvidenziale, per dare ossigeno al governo dell’inciucio, Letta, detto delle larghe intese.

Sperano che le piazze in subbuglio si plachino. Ma la crisi peggiora ogni giorno.

La protesta può avere anche fasi alterne, le condizioni che la generano si radicalizzano e non è detto che la rabbia si esaurisca nella scelta di Grillo o dell’astensione.

Scendiamo in piazza nelle lotte contro il governo affamatore!

Saluti.

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.