AIUTO

POTENZA – Di seguito il testo integrale della lettera inviata oggi dal Presidente della Regione Basilicata, Gianni Pittella, al Presidente del Consiglio, Enrico Letta. “Illustre Presidente Letta, la gravità della situazione in Basilicata, all’indomani di due eventi alluvionali verificatisi a distanza di poche settimane l’uno dall’altro che hanno messo in ginocchio vaste aree del Metapontino, e i drammi umani innescati dalle frane che hanno distrutto case, opifici e strade in molti comuni lucani, come ho avuto modo di verificare di persona a Montescaglioso in provincia di Matera, richiedono una immediata assunzione di responsabilità da parte di tutti noi. A […]
Condividi:

POTENZA – Di seguito il testo integrale della lettera inviata oggi dal Presidente della Regione Basilicata, Gianni Pittella, al Presidente del Consiglio, Enrico Letta.

“Illustre Presidente Letta, la gravità della situazione in Basilicata, all’indomani di due eventi alluvionali verificatisi a distanza di poche settimane l’uno dall’altro che hanno messo in ginocchio vaste aree del Metapontino, e i drammi umani innescati dalle frane che hanno distrutto case, opifici e strade in molti comuni lucani, come ho avuto modo di verificare di persona a Montescaglioso in provincia di Matera, richiedono una immediata assunzione di responsabilità da parte di tutti noi. A partire da me, presidente eletto dai cittadini nelle elezioni regionali anticipate del 17 e 18 novembre scorsi, ma non ancora ufficialmente insediato.

Presidente Letta, ci sono aree della mia regione letteralmente in ginocchio. I cittadini sono disperati, avendo perduto, in molti casi, tutto quello che avevano, dall’abitazione al lavoro. Nei sopralluoghi che nelle ultime ore ho fatto nelle comunità maggiormente colpite, ho letto negli occhi di chi mi mostrava gli effetti della furia distruttiva delle acque e delle frane tanta rabbia. Ma anche tanta, tantissima dignità e una forte determinazione a rimboccarsi le maniche e ad avviare, con l’aiuto di tutti, l’opera di ricostruzione.

A queste persone, Presidente Letta, sento di dover dire che dobbiamo una urgente, risolutiva risposta. E in attesa che lo Stato, anche grazie ai fondi straordinari che in queste circostanze vengono messi a disposizione dalla Comunità europea, faccia la propria parte, come ufficialmente richiesto dal governo regionale uscente, io credo che con l’indispensabile apporto dei nostri Parlamentari, che so già sensibili su questo tema, sia necessario e imprescindibile rivedere con immediatezza la legge 99/2009 che, all’articolo 45, disciplina l’utilizzo del fondo unico nazionale per la riduzione del prezzo dei carburanti nelle regioni interessate da estrazioni petrolifere.

La recente sentenza del Consiglio di Stato che, confermando quanto previsto dal Tar del Lazio, ha di fatto vanificato i presupposti legislativi e le buone intenzioni politiche poste alla base di quella norma, costituisce un ulteriore elemento di stimolo a modificare l’impianto dell’articolo 45 della legge 99/2009, in modo da utilizzare subito i fondi già disponibili, pari a diverse decine di milioni di euro, per risarcire, sia pure in parte, le imprese e le famiglie che nel buio della disperazione hanno l’assoluta necessità di sentire vicina la presenza delle Istituzioni.

Con i deputati e i senatori della Basilicata, in stretto raccordo con i consiglieri regionali appena eletti e sulla scorta di un’ampia concertazione con le forze sociali, sindacali e imprenditoriali, metteremo a punto, nelle prossime ore, una proposta di modifica al testo legislativo citato, che mi premurerò di farLe pervenire quanto prima, nella certezza che il Governo, Presidente Letta, vorrà accelerarne l’iter parlamentare nei modi e nei tempi che riterrà opportuno, alla luce della gravissima emergenza in atto.

Sono certo che anche in virtù dei rapporti di stima e di amicizia con la classe dirigente lucana, a partire dal presidente uscente, Vito De Filippo, dal vice ministro Filippo Bubbico, nonchè con il nostro capogruppo alla Camera, Roberto Speranza, ma soprattutto per la sensibilità che caratterizza la Sua azione politica, i lucani potranno contare, sin da subito, sul fattivo sostegno da parte Sua e del Suo Governo. Accetti, con i sensi della mia stima, i più cordiali saluti”.

Il politico chiede Aiuto al parlamento dei ladri responsabili del disastro in Basilicata 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.