Operai cinesi ottengono il 20% di aumento del salario dopo tre settimane di sciopero

Redazione di Operai Contro, Uno sciopero di  tre settimane che ha coinvolto 5.000 operai di una società di elettronica di Shenzhen, in Cina, si è concluso dopo che i padroni hanno concordato un aumento del 20% della retribuzione. Lo sciopero è iniziato il 31 ottobre, dopo che i proprietari della fabbrica, materiali ASM, ha annunciato – senza consultazione con i sindacati – che avrebbe trasferito elementi della sua produzione al di fuori di Shenzhen. Migliaia di operai abbandonarono il lavoro, chiedendo un aumento di stipendio di 3.000 yuan al mese, e un pacchetto di compensazione per la ri-localizzazione. Un portavoce […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Uno sciopero di  tre settimane che ha coinvolto 5.000 operai di una società di elettronica di Shenzhen, in Cina, si è concluso dopo che i padroni hanno concordato un aumento del 20% della retribuzione.

Lo sciopero è iniziato il 31 ottobre, dopo che i proprietari della fabbrica, materiali ASM, ha annunciato – senza consultazione con i sindacati – che avrebbe trasferito elementi della sua produzione al di fuori di Shenzhen. Migliaia di operai abbandonarono il lavoro, chiedendo un aumento di stipendio di 3.000 yuan al mese, e un pacchetto di compensazione per la ri-localizzazione.

Un portavoce comprensibilmente cinico per i lavoratori ha detto che:

Citazione:

“La società sarebbe sempre recuperare eventuali plusvalenze realizzate dai dipendenti quando il salario minimo a Shenzhen è stata aumentata. Ad esempio, abbiamo utilizzato per avere uno stipendio base di 1.000 yuan, più di 500 yuan in sussidi, ma dopo che il salario minimo è stato portato a 1.200 Yuan, la società ha sollevato la stipendio base di conseguenza, ma ridotto il sussidio di 200 Yuan. “

C’è stato diffuso l’interesse dei media locali nella storia, che ha portato a una protesta di solidarietà da sindacalisti oltre il confine di Hong Kong presso la sede dell’azienda ASM.

Anche se non all’altezza delle loro richieste iniziali, gli operai hanno detto di essere contenti di avere avuto un aumento del 20% di retribuzione e di un’indennità di alloggio per coloro che sono disposti a trasferirsi, e un pacchetto di compensazione per coloro che non vogliono muoversi.

Uno dei lavoratori coinvolti nello sciopero ha scritto su un blog campagna che:

Citazione:

“Lo sciopero e di protesta ci hanno trovato non solo un aumento di stipendio del 20%, ancora più importante, ha anche mostrato i lavoratori come per difendere i loro diritti.”

Molti operai stanno progettando pensano di dare il loro aumento di stipendio per molti colleghi che erano stati licenziati dai padroni per il loro ruolo nell’organizzazione dello sciopero.

da http://libcom.org/

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.