SARDEGNA: 14 vittime Allagamenti, crolli, centinaia di sfollati

Redazione di Operai Contro, Decenni di ruberie dei politici e nessuna manutenzione del territorio portano a questi risultati 14 morti e un numero imprecisato di dispersi, almeno 10. Strade e case allagate per l’ esondazione di fiumi, centinaia di sfollati, black-out elettrici, pesanti disagi alla circolazione stradale e ferroviaria, ritardi nei collegamenti aerei e marittimi. Molte scuole martedì resteranno chiuse. È il pesante bilancio dei danni causati dal ciclone Cleopatra in Sardegna.Numeri ancora inc erti, mentre le squadre di soccorso intervengono ovunque. Pagando anche un tributo di sangue. Un poliziotto è morto in un intervento di soccorso. Il fuoristrada […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Decenni di ruberie dei politici e nessuna manutenzione del territorio portano a questi risultati

14 morti e un numero imprecisato di dispersi, almeno 10. Strade e case allagate per l’ esondazione di fiumi, centinaia di sfollati, black-out elettrici, pesanti disagi alla circolazione stradale e ferroviaria, ritardi nei collegamenti aerei e marittimi. Molte scuole martedì resteranno chiuse. È il pesante bilancio dei danni causati dal ciclone Cleopatra in Sardegna.Numeri ancora inc erti, mentre le squadre di soccorso intervengono ovunque. Pagando anche un tributo di sangue. Un poliziotto è morto in un intervento di soccorso. Il fuoristrada di servizio con a bordo tre colleghi, le cui condizioni sono considerate molto gravi, è precipitato da un ponte crollato della provincia le Oliena Dorgali, nel Nuorese. Il mezzo stava aprendo la strada a un’ambulanza: a un tratto il viadotto si è aperto in due e l’auto e precipitata.

CASE SOMMERSE – Le notizie drammatiche si susseguono una dopo l’altra. Un morto è stato trovato a Telti, in seguito al crollo di un ponte. Sempre nel Nuorese c’è stata un’altra vittima, nel comune di Torpè, uno dei comuni sardi più colpiti dall’ondata di maltempo: qui hanno ceduto gli argini del rio Posada e l’ondata è arrivata nella parte bassa del paese, trasformata in una lago. Un’anziana di 90 anni è stata ritrovata morta nella sua abitazione invasa dall’acqua. Nella notte altre tre persone sono state trovate morte dai soccorritori a Torpè. Altra vittima a Uras, in provincia di Oristano: una donna di 64 anni, Vannina Figus, è stata trovata morta nella sua abitazione. Il marito è ricoverato in stato di ipotermia.

OLBIA, SITUAZIONE DRAMMATICA – Sei delle vittime a Olbia, dove i danni sono gravissimi. Frane, ponti crollati, voragini nelle strade. Quartiere sommers, con l’acqua alta più di due metri. Tre morti si registrano nel crollo di un ponte, sulla Strada Provinciale 38 Olbia-Tempio Pausania. Si tratta di una coppia di coniugi e di un’altra donna che viaggiavano a bordo di un furgone. È stato poi confermato l’epilogo tragico delle due persone disperse dopo che la loro auto, una Smart, era stata travolta dall’onda di piena in via Cina, alle spalle dello stadio Comunale. Una donna e sua figlia sono state ritrovate morte. Il padre della piccola, un poliziotto, è invece riuscito a mettersi in salvo. La sesta vittima è un’anziana donna ritrovata cadavere in via Lazio nella sua abitazione invasa dall’acqua. Il bilancio è definito del tutto provvisorio.

 

Sardegna: allagamenti ovunque

  • Sardegna: allagamenti ovunque   Sardegna: allagamenti ovunque   Sardegna: allagamenti ovunque   Sardegna: allagamenti ovunque   Sardegna: allagamenti ovunque

CINQUE DISPERSI – C’è anche una famiglia brasiliana tra i dispersi in Gallura devastata dal maltempo. Si tratta di una donna con due bambini di Arzachena. Altri due sarebbero all’ interno di una delle vetture risucchiate dal cratere che si è formato sulla strada provinciale 38, sulla Olbia-Tempio, in località Monte Pino. Altre due donne sarebbero disperse a Olbia in via Cina vicino al campo sportivo Nespoli. «Tutti i centri abitati della Sardegna colpiti dal maltempo sono stati raggiunti dai soccorritori». Così Silvio Saffiotti, direttore regionale dei vigili del fuoco in una intervista al Tg3-Linea Notte. «Abbiamo messo in campo 350 uomini – ha sottolineato – dispieghiamo tutte le nostre forze, il personale lavora in doppio turno e domani arriveranno quattro sezioni operative di rinforzo dalla penisola.

 

L’INCIDENTE DEI POLIZIOTTI – Stando a una prima ricostruzione l’auto degli agenti è precipitata per alcune decine di metri da un ponte sulla provinciale di Dorgali, in seguito al cedimento di una delle campate, provocata dal maltempo. La questura del capoluogo sardo proprio in considerazione delle avverse condizioni meteo ha richiamato tutti i propri effettivi per garantire i servizi alla cittadinanza. La vittima, assistente capo e capopattuglia, 44 anni,lascia la moglie e due figli. I tre colleghi sono ricoverati in ospedale.

LA FURIA DEL CICLONE – In diverse altre località dell’isola le abbondanti piogge hanno provocato esondazioni e allagamenti. Del caso si è occupato anche il capo della Protezione civile, Franco Gabrielli, che ha convocato una riunione d’urgenza. A Olbia la situazione più drammatica: la città si è mobilitata creando su Facebook un gruppo «Apriamo le nostre case ai nostri concittadini» dove si mettono a disposizione posti letto per le centinaia di sfollati.

GLI ALLEVATORI IN SALVO – In salvo due allevatori, padre e figlio, travolti da un fiume in piena a Onanì, in provincia di Nuoro. A Galtellì esonda il Cedrino: un’ottantina di famiglie sono state evacuate. A Loiri, vicino ad Olbia, un fulmine ha mandato in tilt la linea elettrica, mentre due donne, con le auto in panne, sono state salvate dai Vigili del fuoco e dalla Protezione civile. La prima mentre percorreva via di Cambio ha visto la sua auto sprofondare nell’acqua; in località Maltana, invece, l’utilitaria con alla guida un’altra donna è stata inghiottita da un torrente. Un fuoristrada della Polizia di Nuoro si è ribaltato sulla Provinciale 46, all’altezza del ponte di Dorgali. L’auto è finita sotto il ponte. A bordo c’erano quattro agenti, tutti feriti.

Maltempo in Sardegna, mareggiata al Poetto

  • Maltempo in Sardegna, mareggiata al Poetto   Maltempo in Sardegna, mareggiata al Poetto   Maltempo in Sardegna, mareggiata al Poetto   Maltempo in Sardegna, mareggiata al Poetto

TRENI BLOCCATI – Disagi si registrano anche sulle reti ferroviarie dell’isola. I treni si sono fermati per 50 minuti, dalle 11.40 alle 12.30 sulla tratta Decimomannu-Iglesias, tra le stazioni di Decimo e Siliqua, a causa dell’allagamento dei binari. Un regionale con 18 passeggeri a bordo è rimasto bloccato sui binari della linea Olbia-Chilivani, nel Sassarese, a causa dell’esondazione del torrente Enas. Trenitalia ha chiesto l’intervento di vigili del fuoco, polizia locale e Protezione civile per liberare la sede ferroviaria e mettere in salvo i viaggiatori. A Solarussa, nell’Oristanese, a causa delle forti piogge ci sono stati diversi allagamenti. L’amministrazione comunale ha disposto l’evacuazione di diverse famiglie dalle abitazioni nella parte bassa del paese. Le famiglie verranno sistemate probabilmente in parrocchia e nel centro sociale.

STRADE INTERROTTE – Numerose strade sono state interrotte da crolli o danni alla carreggiata. La statale 129 è stata interdetta al traffico per il crollo di un ponte ad Argo in Pietro. Sulla 387 è stato istituito il senso unico alternato a causa di una frana. Problemi anche sulla Carlo Felice, chiusa al traffico nell’Oristanese, in entrambe le direzione, fra il km 108 e il km 109 per un allagamento.

A ROMA: RISCHIO ESONDAZIONE TEVERE – L’allerta meteo riguarda anche la Capitale. «Dalla notte di oggi e per le successive 24/36 ore, si prevedono sul Lazio precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale – comunica in una nota la Protezione Civile di Roma Capitale – I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, accompagnati da forti raffiche di vento e frequente attivita’ elettrica».

 (modifica il 19 novembre 2013)

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.