Mo, potenze, Iran, Israele, Francia, Germania, Usa

RASSEGNA STAMPA Mo, potenze, Iran, Israele, Francia, Germania, Usa   Le Figaro       131115 Hollande : «Sono e sarò sempre amico di Israele» Nel quadro dei negoziati Usa-Iran da cui è esclusa Francia ed Europa, –                    il presidente francese Hollande per la prima volta in Israele, e nella striscia di Gaza. –                    Ribadisce l’amicizia con Israele e ribadisce la fermezza della Francia sul nucleare iraniano, e per i negoziati di pace con i palestinesi. Relazioni economiche –                    La Francia intende rafforzare le relazioni economiche con Israele, finora poco sviluppate perché ritenute un freno alle buone relazioni con i paesi arabi. […]
Condividi:

RASSEGNA STAMPA

Mo, potenze, Iran, Israele, Francia, Germania, Usa

 

Le Figaro       131115

Hollande : «Sono e sarò sempre amico di Israele»

Nel quadro dei negoziati Usa-Iran da cui è esclusa Francia ed Europa,

–                    il presidente francese Hollande per la prima volta in Israele, e nella striscia di Gaza.

–                    Ribadisce l’amicizia con Israele e ribadisce la fermezza della Francia sul nucleare iraniano, e per i negoziati di pace con i palestinesi.

Relazioni economiche

–                    La Francia intende rafforzare le relazioni economiche con Israele, finora poco sviluppate perché ritenute un freno alle buone relazioni con i paesi arabi.

–                    Linea che diversi imprenditori e investitori vogliono ora abbandonare, data la crescita dell’economia israeliana del 3,5% e le sue grandi risorse di gas.

–                    Hollande è accompagnato da rappresentanti di grandi gruppi come Ariane Espace, Bouygues Telecom, Orange, SNCF.

–                    La Francia si colloca solo all’11° posizione per l’export verso Israele, molto dietro a Germania e Italia; €1,15MD nel 2012.

–                    Gli investimenti francesi in Israele sono solo il 2% del totale degli investimenti esteri diretti nel paese; ci sono alcuni importanti progetti, come l’impianto di desalinizzazione d’Ashkelon, le centrali elettriche d’Alstom e il centro di R&S di Alcatel-Lucent.

Palestinesi

–                    L’anno scorso la Francia ha sostenuto presso l’ONU la richiesta dello statuto di osservatore speciale avanzata dall’Autorità palestinese, alla quale versa un contributo di €20mn.

 

 

Figaro            131110

Israele deciso a battersi per evitare un accordo troppo favorevole a Teheran

–                    Benjamin Netanyahu ha lanciato una battaglia diplomatica in vista delle ripresa dei negoziati il 20 novembre, pur convinto che sia inevitabile un accordo.

–                    Netanyahu si è incontrato con Putin, Hollande, Merkel, Cameron.

–                    Negli Usa invierà il ministro dell’Economia, puntando sui Repubblicani del Congresso contro Obama, accusato di cedere troppo facilmente agli iraniani.

 

 

–                    stata creata per questo.

–                    Netanyahu conta sulla Francia, la cui posizione risoluta contro il nucleare iraniano è stata acclamata dai media israeliani.

—————————–

Gfp     131112

Assieme ai dittatori nella guerra (II)

 

 

 

–                    Assieme ad Arabia Saudita e Qatar l’Occidente si attrezza per creare un contrappeso all’Iran,

–                    che dal 2003, uscito di scena il rivale Irak, potrebbe divenire la potenza egemone del Medio Oriente.

 

 

–                    La Germania continua a armare gli Emirati Arabi Uniti (EAU), il maggior acquirente di armi tedesche al di fuori della Nato già dal governo rosso-verde,

e questo nonostante il regime sia noto per le violazioni dei diritti umani.

 

Berlino si assicura l’influenza anche con una “alleanza strategica” con gli EAU (siglata nel 2004), che comprende una stretta cooperazione militare (2005, anno dell’adesione degli EAU alla Nato), con esercitazioni congiunte.

Gli EAU sono il maggior acquirente di merci tedesche tra i paesi arabi, quasi €10MD. nel 2012.

–        Nel 2008-2012 gli EAU sono stati al 9° posto mondiale per l’importazione di armi.

–                    I cantieri Nobiskrug, che fanno la manutenzione per la marina tedesca, sono stati acquisiti nel 2009 dal gruppo Abu Dhabi Mar, e dal 2010 ha ripreso la costruzione di navi da guerra, abbandonate dal 1960.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.