PUGLIA: I SOLDI PER LA CASSA INTEGRAZIONE NON CI SONO

Redazione di Operai Contro, i sindacati e i padroni hanno firmato molti licenziamenti, convinti che i soldi della cassa integrazione bastava a tapparci la bocca. I sindacalisti mazzettari ci hanno fatto lottare per essere licenziati con la cassa integrazione. Ora i soldi non ci sono Leo Caroli, nella sesta commissione del Consiglio regionale. «Per finanziare gli ammortizzatori sociali in deroga – ha raccontato Caroli – la Regione Puglia, fino a dicembre 2013, avrebbe bisogno di circa 162 milioni di euro su un totale stimato per l’intero anno di 297 milioni e 74mila euro». La situazione è stata definita dallo […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

i sindacati e i padroni hanno firmato molti licenziamenti, convinti che i soldi della cassa integrazione bastava a tapparci la bocca.

I sindacalisti mazzettari ci hanno fatto lottare per essere licenziati con la cassa integrazione.

Ora i soldi non ci sono

Leo Caroli, nella sesta commissione del Consiglio regionale. «Per finanziare gli ammortizzatori sociali in deroga – ha raccontato Caroli – la Regione Puglia, fino a dicembre 2013, avrebbe bisogno di circa 162 milioni di euro su un totale stimato per l’intero anno di 297 milioni e 74mila euro».

La situazione è stata definita dallo stesso assessore «drammatica», dal momento che «le risorse stanziate dal governo nazionale per la Puglia (circa 135 milioni di euro) non riescono a far fronte alle esigenze del territorio. E questo nonostante la netta riduzione delle istanze per l’accesso alla mobilità e alla cassa in deroga (da 18mila del 2012 a 13 mila nel 2013), per effetto dell’introduzione, a febbraio, di criteri più restrittivi».

Nei primi quattro mesi dell’anno sono stati già utilizzati poco più di 120 milioni di euro, ma c’è da coprire il fabbisogno da maggio a dicembre. «Torneremo a far sentire la nostra voce – dichiara nella nota l’assessore – per segnalare al governo e al Parlamento la delicatezza della situazione e l’importanza di dare una risposta a coloro i quali sono stati più duramente colpiti dalla crisi».

Siamo stati venduti come pecore, ci hanno fatto vedere la carota della CIG

E ora? ci faranno lottare per avere la miseria della CIg

E’ il destino delle pecore

Alla fine ci macelleranno

Un operaio di Bari in cassa integrazione

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.