ACCORDI A PERDERE, PER GLI OPERAI

Volantino distribuito alla manifestazione OM a Bari dall’Associazione per la Liberazione degli Operai-Sez. Bari Sindacati e istituzioni eseguono gli ordini dei padroni OM, Bridgestone, Natuzzi, Adelchi, Franzoni Filati, Irisbus, Alcoa, Jabil ex Nokia, Vestas, Marcegaglia Buildtech, ecc.: il copione è sempre lo stesso in tutte le fabbriche, a Bari e altrove. Padroni, sindacalisti venduti e politicanti hanno abituato gli operai a perdere. Il padrone, quando non fa più abbastanza profitti sfruttando gli operai, dichiara la crisi dell’azienda o la chiude subito. Il costo ricade sugli operai: cassintegrati o licenziati, alla fame. I sindacalisti chiedono tavoli di confronto, organizzano qualche viaggio […]
Condividi:

Volantino distribuito alla manifestazione OM a Bari dall’Associazione per la Liberazione degli Operai-Sez. Bari

Sindacati e istituzioni eseguono gli ordini dei padroni
OM, Bridgestone, Natuzzi, Adelchi, Franzoni Filati, Irisbus, Alcoa, Jabil ex Nokia,
Vestas, Marcegaglia Buildtech, ecc.: il copione è sempre lo stesso in tutte le fabbriche, a
Bari e altrove.
Padroni, sindacalisti venduti e politicanti hanno abituato gli operai a perdere.
Il padrone, quando non fa più abbastanza profitti sfruttando gli operai, dichiara la crisi dell’azienda o la chiude subito. Il costo ricade sugli operai: cassintegrati o licenziati, alla fame.
I sindacalisti chiedono tavoli di confronto, organizzano qualche viaggio a Roma o processione di protesta, ci invitano a stare buoni, poi firmano un accordo di ristrutturazione o messa in cassa integrazione, presentandocelo come una conquista. I politicanti ci invitano a stare buoni e invocano gli ammortizzatori sociali, lo stato ci mette qualche euro e finisce là.
Se la fabbrica chiude, andiamo tutti in mezzo alla strada, a morire di fame. Se la fabbrica non chiude, una parte di noi va comunque in mezzo alla strada e quelli che rimangono lavorano il doppio per gli stessi soldi e con meno diritti di prima.
Operai, questa è l’amara realtà che viviamo ogni giorno. Con i loro tavoli concertativi e accordi storici, i sindacati ci stanno macellando.

L’intero volantino in formato pdf  BNOM1

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.