UOMINI SOTTO IL SOLE

Redazione di operai contro,   “Uomini sotto il sole”  è il titolo di un racconto scritto nel 1963, descrive la terribile  morte per sete ed asfissia  nel deserto di un gruppo di lavoratori palestinesi ed iracheni che tentano di entrare “illegalmente” in cerca di lavoro in una delle monarchie petrolifere della penisola arabica. L’autore  Ghassan Kanafani venne  poi ucciso dai servizi segreti dei padroni israeliani in un attentato a Beirut nel 1972, ma non è di questo eroico militante palestinese che vorremmo occuparci quanto del romanzo che scrisse nel 1963 e di come la realtà oggi supera la narrativa. Sono […]
Condividi:
Redazione di operai contro,
 
“Uomini sotto il sole”  è il titolo di un racconto scritto nel 1963, descrive la terribile  morte per sete ed asfissia  nel deserto di un gruppo di lavoratori palestinesi ed iracheni che tentano di entrare “illegalmente” in cerca di lavoro in una delle monarchie petrolifere della penisola arabica. L’autore  Ghassan Kanafani venne  poi ucciso dai servizi segreti dei padroni israeliani in un attentato a Beirut nel 1972, ma non è di questo eroico militante palestinese che vorremmo occuparci quanto del romanzo che scrisse nel 1963 e di come la realtà oggi supera la narrativa. Sono decine, infatti, i migranti morti per sete e disidratazione nel deserto del Niger. I giornali parlano di almeno 35 morti tra cui donne e bambini. Tentavano di entrare in Algeria per poi passare in Europa, cercando di sfuggire alla miseria,  lasciando paesi ridotti alla fame dalla voracità dei padroni europei con la complicità  delle borghesie locali.
di seguito il collegamento all’articolo apparso ieri sul corriere della sera.
 
Saluti da un   lettore arabo 
Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.