LA CRISI, CROLLO DELL’INDUSTRIA E UN ESERCITO DI OPERAI DISOCCUPATI

Redazione di Operai Contro, I numeri della Grande Crisi (2008-2013) spiegano più di mille parole in che cosa consiste il fallimento del capitalismo e la crescita dell’esercito degli operai disoccupati. Secondo i dati forniti dall’ufficio studi Cerved al Corriere della Sera – l’industria ha perso circa seimila aziende,passando da un totale di 42mila alle attuali 36mila (-14,1%). Peggio in proporzione ha fatto il settore delle costruzioni che è crollato del 22,4% con una diminuzione netta di 4.447 aziende (e quei caschi riversi a terra a piazza Affari sono lì a testimoniarlo). Non bene neanche il terziario che sconta una diminuzione di […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

I numeri della Grande Crisi (2008-2013) spiegano più di mille parole in che cosa consiste il fallimento del capitalismo e la crescita dell’esercito degli operai disoccupati.

Secondo i dati forniti dall’ufficio studi Cerved al Corriere della Sera – l’industria ha perso circa seimila aziende,passando da un totale di 42mila alle attuali 36mila (-14,1%).

Peggio in proporzione ha fatto il settore delle costruzioni che è crollato del 22,4% con una diminuzione netta di 4.447 aziende (e quei caschi riversi a terra a piazza Affari sono lì a testimoniarlo).

Non bene neanche il terziario che sconta una diminuzione di oltre 3.700 società.

In totale , dal 2008, hanno chiuso in Italia 12.865 imprese.

I disoccupati in Italia sono 5 milioni

La firma dei sindacati per la cassa integrazione è la firma dei licenziamenti

Operai è il nostro momento organizziamo Il partito Operaio

Un operaio

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.