LA CRISI IN ITALIA

Redazione di Operai Contro, Il fatturato dell’industria ad agosto torna a crescere, almeno su base mensile, con un aumento dell’1,0%, il più alto da un anno. Lo rileva l’Istat, che però registra un altro calo, il ventesimo consecutivo, su base annua, pari al -4,8% (dato corretto per effetti calendario). A pesare è la cattiva performance del mercato interno. Guardando nel dettaglio i dati di agosto, il rialzo mensile è frutto di un aumento del 3,1% segnato sul mercato estero, a fronte di un fatturato fermo a livello nazionale. Nel complesso gli ultimi tre mesi hanno visto un buon andamento […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Il fatturato dell’industria ad agosto torna a crescere, almeno su base mensile, con un aumento dell’1,0%, il più alto da un anno. Lo rileva l’Istat, che però registra un altro calo, il ventesimo consecutivo, su base annua, pari al -4,8% (dato corretto per effetti calendario). A pesare è la cattiva performance del mercato interno. Guardando nel dettaglio i dati di agosto, il rialzo mensile è frutto di un aumento del 3,1% segnato sul mercato estero, a fronte di un fatturato fermo a livello nazionale. Nel complesso gli ultimi tre mesi hanno visto un buon andamento dei ricavi, cresciuti nel totale dello 0,9%, grazie allo sprint impresso proprio ad agosto. Nel confronto annuo ancora una volta la contrazione è determinata dal mercato interno (-7,4%), mentre da oltre confine continuano ad arrivare contributi positivi (+1,0%). Analizzando i diversi settori, per il fatturato l’incremento annuo più forte si registra nella fabbricazione di macchinari e attrezzature (+3,7%), invece la diminuzione più marcata riguarda la fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (-19,6%).
Gli ordinativi dell’industria ad agosto salgono del 2% rispetto a luglio, dopo due mesi in negativo. Lo rileva l’Istat, che tuttavia continua a segnare un calo degli ordini su base annua, dove la perdita, la decima consecutiva, risulta pari al 6,8% (dato grezzo). Il rialzo mensile registrato dalle commesse ad agosto è il risultato di un deciso aumento sul mercato interno (+3,9%), controbilanciato da una flessione sull’estero (-0,5%). Invece su base annua la contrazione riguarda sia gli ordini nazionali (-7,7%) che quelli fuori confine (-5,9%) A livello settoriale, la diminuzione annua più significativa si registra nella metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (-14,0%),

Per noi operai la diminuzione del fatturato vuol dire: licenziamenti e cassa integrazione

Altro che le menzogne di Letta

Un Operaio

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.