Pomigliano, settimana corta alla Fiat, licenziamenti in vista

Redazione di Operai Contro, Le notizie non sono ancora rosee sul fronte del mercato italiano dell’auto e la Fiat comunica la settimana corta a Pomigliano, dopo aver già fermato le produzioni dal 7 al 13 ottobre. Dopo i Sabati di straordinario non pagato, la Fiat ci sbatte nuovamente in Cassa Intanto la direzione dell’impianto stamane ha comunicato ai sindacati che le produzioni si fermeranno venerdi 25 ottobre, con la consguente cassa integrazione per i 3200 addetti in attiività ( altri 1400 sono in cassa a zero ore da anni ). La prossima settimana chiusura anticipata al secondo turno di […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Le notizie non sono ancora rosee sul fronte del mercato italiano dell’auto e la Fiat comunica la settimana corta a Pomigliano, dopo aver già fermato le produzioni dal 7 al 13 ottobre.

Dopo i Sabati di straordinario non pagato, la Fiat ci sbatte nuovamente in Cassa

Intanto la direzione dell’impianto stamane ha comunicato ai sindacati che le produzioni si fermeranno venerdi 25 ottobre, con la consguente cassa integrazione per i 3200 addetti in attiività ( altri 1400 sono in cassa a zero ore da anni ).

La prossima settimana chiusura anticipata al secondo turno di giovedi 24, che terminerà alle ore 22. Il Rientro nello stabilimento automobilistico è previsto per lunedi 28 ottobre, giornata che preannucerà un’altra settimana corta, stavolta a causa del ponte di Tuttii i Santi.

Altro che lavorare meno lavorare tutti

La realtà è che Pomigliano va verso la Chiusura

CGIL-CISL-UIL non fanno niente e appoggiano la FIAT, i sindacatini si divertono e propongono le loro fantasie

Operai di Pomigliano tocca noi organizzarci, nessuno lo può fare al nostro posto.

Cosa aspettiamo?

Un operaio di Pomigliano

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.