La missione umanitaria del respingimento

Caro Direttore Affogarli in alto mare. Sembra questo lo scopo della “missione umanitaria Mare Nostrum”, fatta scattare dal governo Letta, per respingere i migranti profughi e altri che fuggono da condizioni insostenibili, dove si muore letteralmente di fame. Una “missione umanitaria” con: In mare 5 navi da guerra. 4 motovedette. Un numero imprecisato di elicotteri. Un numero imprecisato di aerei con visori notturni. 2 navi trasporto costiero Oltre 2 mila uomini impiegati inizialmente. Il costo iniziale è di 4 milioni al mese. Il tutto per respingere i migranti quando si trovano in alto mare, dove nessuno può vedere e […]
Condividi:

Caro Direttore

Affogarli in alto mare. Sembra questo lo scopo della “missione umanitaria Mare Nostrum”, fatta scattare dal governo Letta, per respingere i migranti profughi e altri che fuggono da condizioni insostenibili, dove si muore letteralmente di fame.

Una “missione umanitaria” con:

  • In mare 5 navi da guerra.
  • 4 motovedette.
  • Un numero imprecisato di elicotteri.
  • Un numero imprecisato di aerei con visori notturni.
  • 2 navi trasporto costiero
  • Oltre 2 mila uomini impiegati inizialmente.
  • Il costo iniziale è di 4 milioni al mese.

Il tutto per respingere i migranti quando si trovano in alto mare, dove nessuno può vedere e tantomeno soccorrere.

La missione umanitaria del governo Letta è partita.

Saluti da Genova

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.