Expo: già aperto lo stand degli sfratti.

Caro Direttore A Milano l’Expo ha già aperto lo stand degli sfratti. Ampi saloni naturali a cielo aperto, con ospiti e arredi rigorosamente dal vivo. Aler (Regione Lombardia), ha deciso di vendere all’asta le case popolari. Chi ha i soldi fa affari con le case popolari, mentre aumentano le famiglie senza tetto. Tra gennaio e agosto 2013, 406 famiglie hanno occupato una casa (288 in case Aler, 118 in case del Comune) e nello stesso periodo 566 famiglie sono state sfrattate (292 Aler e 274 Comune). Altre 3 mila famiglie in case occupate resistono agli sgomberi. Partecipiamo alla protesta […]
Condividi:

Caro Direttore

A Milano l’Expo ha già aperto lo stand degli sfratti.

Ampi saloni naturali a cielo aperto, con ospiti e arredi rigorosamente dal vivo.

Aler (Regione Lombardia), ha deciso di vendere all’asta le case popolari.

Chi ha i soldi fa affari con le case popolari, mentre aumentano le famiglie senza tetto.

Tra gennaio e agosto 2013, 406 famiglie hanno occupato una casa (288 in case Aler, 118 in case del Comune) e nello stesso periodo 566 famiglie sono state sfrattate (292 Aler e 274 Comune).

Altre 3 mila famiglie in case occupate resistono agli sgomberi.

Partecipiamo alla protesta dei senza casa, mobilitiamoci contro gli sgomberi e la vendita all’incanto delle case popolari.

Vendere all’asta le case popolari è un’infamia nei confronti dei senzatetto e delle loro famiglie.

Scendiamo in piazza perché tutti abbiano una casa. Diamo il dovuto risalto a questo crimine sociale. Denunciamo comune di Milano e Regione Lombardia che, sperando di arrivare all’Expo senza proteste sociali che ne disturbino l’immagine e gli affari, stanno accelerando gli sgomberi.

Pensano di giocare d’anticipo invece hanno lanciato un grande boomerang.

Saluti antagonisti

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.