L’ esercito per imporre la democrazia dei padroni.

Egregio Direttore mi permetto segnalare alcuni fatti legati al tentativo di attuare la TAV in val Susa. Da sempre gli abitanti della zona sono radicalmente contrari a questa “opera”. Ieri un’altra perforatrice ha preso fuoco. Negli ultimi mesi i più attenti hanno contato 14 attacchi incendiari ai mezzi del cantiere. Il governo Letta ha varato l’intervento sul posto dell’esercito, sono già arrivati oltre 400 militari. I lavori sono fermi. La popolazione e i no Tav non mollano. La democrazia imposta col fucile serve a produrre profitti, tangenti e bustarelle legati a questo obrobrio che viene definito “opera”. Regoliamoci di […]
Condividi:

Egregio Direttore

mi permetto segnalare alcuni fatti legati al tentativo di attuare la TAV in val Susa.

Da sempre gli abitanti della zona sono radicalmente contrari a questa “opera”.

Ieri un’altra perforatrice ha preso fuoco.

Negli ultimi mesi i più attenti hanno contato 14 attacchi incendiari ai mezzi del cantiere.

Il governo Letta ha varato l’intervento sul posto dell’esercito, sono già arrivati oltre 400 militari.

I lavori sono fermi.

La popolazione e i no Tav non mollano.

La democrazia imposta col fucile serve a produrre profitti, tangenti e bustarelle legati a questo obrobrio che viene definito “opera”.

Regoliamoci di conseguenza.

Saluti da un anti deturpatore dell’ambiente e della natura.

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.