ASIA CENTRALE, LE POTENZE

RASSEGNA STAMPA Asia Centrale, Usa, Russia, Cina Stratfor       130927 Il crescente interesse della Cina in Asia Centrale Asia –       Viaggio del presidente cinese, Xi Jinping in quattro paesi del Centro Asia ad inizio settembre. –       La Cina, divenuta maggiore importatore mondiale di materie prime per l’industria (carbone, ferro, rame, nickel e alluminio, e secondo maggiore importatore di petrolio dopo gli Usa. –       L’85% del commercio cinese passa sul mare come pure l’80% delle sue importazioni di energia.   –       Per ridurre i rischi per la sicurezza e l’interruzione dei rifornimenti nei mari del Sud ed Est Cina è alla […]
Condividi:

RASSEGNA STAMPA

Asia Centrale, Usa, Russia, Cina

Stratfor       130927

Il crescente interesse della Cina in Asia Centrale Asia

–       Viaggio del presidente cinese, Xi Jinping in quattro paesi del Centro Asia ad inizio settembre.

–       La Cina, divenuta maggiore importatore mondiale di materie prime per l’industria (carbone, ferro, rame, nickel e alluminio, e secondo maggiore importatore di petrolio dopo gli Usa.

–       L’85% del commercio cinese passa sul mare come pure l’80% delle sue importazioni di energia.

 

–       Per ridurre i rischi per la sicurezza e l’interruzione dei rifornimenti nei mari del Sud ed Est Cina è alla ricerca di nuove fonti di materie prime ed energia.

–       Negli ultimi anni c’è stato un veloce sviluppo degli investimenti cinesi in Centro Asia per energia e trasporti di collegamento dell’interno della Cina attraverso il Sud e Centro Asia in direzione dell’Europa e dell’Oceano Indiano.

–       Centrale per questi progetti è la regione autonoma cinese dello Xinjiang, nel N-O, che con i suoi 3700 km di confine collega direttamente le province cinesi interne di etnia Han con il resto dell’Eurasia meridionale.

–       Xi Jinping ha parlato di “Zona economica della nuova via della seta”.

–       Nel 2012 la Cina ha importato 21,3 miliardi di m3 di gas dal Turkmenistan (oltre la metà del suo import totale), con previsioni per il 2020 di 65 miliardi di m3.

–       Il petrolio importato dal Kazakistan dovrebbe giungere a 1,5 milioni di b/g (giacimento di Kashagan);

–       avviati progetti cinesi per petrolio e metalli dall’Afghanistan;

–       dall’Uzbekistan accordi per l’importazione di 10 miliardi di m3 di gas;

–       Pechino sta trasformando lo Xinjiang in una base di risorse importante per le province cinesi dell’interno a nuova industrializzazione.

——————————–

Asia Times      130626

Gli Usa perdono l’unica base in Asia Centrale

M K Bhadrakumar

–       È in corso un mutamento nella geopolitica centroasiatica, in vista del ritiro delle forze Nato dall’Afghanistan e della proposta creazione di 9 basi militari americane in Afghanistan.

–       La risposta della Russia ai rischi per la sicurezza dopo il ritiro Nato è il rafforzamento della sua presenza militare in Kyrgyzistan e Tajikistan,

–       con il conseguente raffreddamento delle relazioni con gli Usa, preoccupati anche della crescente presenza della Cina nella regione.

–       C’è la Russia dietro alla decisione strategica del Kyrgyzistan di togliere agli Usa la base militare di Manas.

–       Putin è riuscito a riportare il Kyrgyzistan nella propria orbita, consolidando la propria presenza militare nel paese, l’avvio di un grande programma di aiuto militare, di oltre $1MD.

–       Il Kyrgyzistan sta per aderire al progetto di Unione Eurasiatica, l’integrazione delle ex rep. dell’Urss.

–       Putin ha siglato anche con il Tajikistan un accordo di estensione fino al 2042 dell’affitto della base militare russa.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.