Chiude la Marangoni di Anagni (Fr)

Redazione i Operai Contro, Altri 600 operai , tra diretti e indotto,  rimarranno senza reddito chiude lo stabilimento storico della Marangoni fabbrica di pneumatici. La chiusura è stata annunciata dai padroni della Marangoni il 5 settembre nella sede confindustriale di Frosinone, ma erano almeno 2 anni che nello stabilimento si alternavano periodi di cassa integrazione a periodi di produzione, altalena giustificata dai padroni con il calo della domanda e l’invasione del mercato italiano da parte di pneumatici prodotti in paesi extra europei. Il sindacalismo borghese, come nella maggior parte delle fabbriche è stato sempre sottomesso alla logica padronale di […]
Condividi:
Redazione i Operai Contro,
Altri 600 operai , tra diretti e indotto,  rimarranno senza reddito chiude lo stabilimento storico della Marangoni fabbrica di pneumatici.
La chiusura è stata annunciata dai padroni della Marangoni il 5 settembre nella sede confindustriale di Frosinone, ma erano almeno 2 anni che nello stabilimento si alternavano periodi di cassa integrazione a periodi di produzione, altalena giustificata dai padroni con il calo della domanda e l’invasione del mercato italiano da parte di pneumatici prodotti in paesi extra europei.
Il sindacalismo borghese, come nella maggior parte delle fabbriche è stato sempre sottomesso alla logica padronale di produttività e profitto.
Fino al 2008 la produzione era al massimo sui tre turni con straordinari giornalieri e festivi ed  il clima in fabbrica tra gli operai di terrore e rassegnazione nei confronti della gerarchia interna.
Il 17 settembre, “a babbo morto”, CGIL/CISL/UIL e UGL hanno organizzato la solita  inutile processione dallo stabilimento al palazzo comunale di Anagni.
 Chiuso lo stabilimento gli operai della Marangoni si disperderanno nelle solite storie di disperazione e solitudine individuale. L’unica lezione che gli operai ancora in fabbrica possono trarre dall’ennesima serrata è l’urgenza di organizzarsi nel Partito Operaio,  l’unica strada per riconoscersi e per iniziare a difendersi.
Saluti operai da Frosinone
Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.