PROTESTE E RIVOLTE NEL LAGER DI GRADISCA

Redazione di Operai Contro, Francesco si è fatto le fotografie a Lampedusa,  ma i lager per la detenzione degli immigrati continuano ad esistere. E’ il giorno della protesta al Cie di Gradisca, dopo le tensioni dei giorni scorsi e le rivolte Un clima incandescente culminato nella doppia manifestazione odierna, dentro e fuori dalla struttura. All’interno del centro circa trenta immigrati sono saliti sul tetto urlando slogan per denunciare le loro condizioni di vita. “Mangeremo e dormiremo qui”, hanno detto annunciando l’intenzione di rimanere ad oltranza sulla copertura della struttura. Dall’altra parte della recinzione, un presidio di circa duecento persone, […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Francesco si è fatto le fotografie a Lampedusa,  ma i lager per la detenzione degli immigrati continuano ad esistere.

E’ il giorno della protesta al Cie di Gradisca, dopo le tensioni dei giorni scorsi e le rivolte

Un clima incandescente culminato nella doppia manifestazione odierna, dentro e fuori dalla struttura. All’interno del centro circa trenta immigrati sono saliti sul tetto urlando slogan per denunciare le loro condizioni di vita. “Mangeremo e dormiremo qui”, hanno detto annunciando l’intenzione di rimanere ad oltranza sulla copertura della struttura.

Dall’altra parte della recinzione, un presidio di circa duecento persone, provenienti dal Veneto, si è radunato nel pomeriggio per chiedere la chiusura del Cie. “Chiudiamo tutti i lager di Stato” – uno dei cartelli esposti. Mentre con una vernice rossa i manifestanti hanno scritto sui muri esterni “Libertà/Freedom/Libertè”.

Un manifestante

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.