LETTA E LA RIPRESA

Redazione di Operai Contro, ogni sei mesi dal 2008 il governo di turno ci informa che ci sono segni di miglioramento per l’economia. Il governo Letta non poteva mancare all’appuntamento. Si confermano segnali di miglioramento per l’economia ma c’e’ la necessita’ di consolidarli. Si sarebbe dunque ad un punto di svolta ma la ripresa sara’ graduale. Questo e’ quanto e’ emerso – secondo fonti Bankitalia – durante la colazione di lavoro, durata circa due ore, fra il premier Enrico Letta, il ministro Fabrizio Saccomanni e il Governatore Ignazio Visco a Palazzo Chigi.   Quando i governi parlano di ripresa […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

ogni sei mesi dal 2008 il governo di turno ci informa che ci sono segni di miglioramento per l’economia.

Il governo Letta non poteva mancare all’appuntamento.

Si confermano segnali di miglioramento per l’economia ma c’e’ la necessita’ di consolidarli. Si sarebbe dunque ad un punto di svolta ma la ripresa sara’ graduale. Questo e’ quanto e’ emerso – secondo fonti Bankitalia – durante la colazione di lavoro, durata circa due ore, fra il premier Enrico Letta, il ministro Fabrizio Saccomanni e il Governatore Ignazio Visco a Palazzo Chigi.

 

Quando i governi parlano di ripresa  intendono la ripresa dei profitti.

Aumentano i licenziamenti e la cassa  integrazione, diminuiscono i salari e aumenta la miseria.

Sempre perché si avvi la ripresa occorre la stabilità politica.

Letta, segnali che serve stabilita’, non serve crisi – Ci sono segnali di consapevolezza che serve stabilita’ e non una crisi, non possiamo permetterci crisi politiche. Lo ha affermato Enrico Letta parlando a Bolzano.”Penso che ci sia bisogno di stabilità e ci sono segnali di consapevolezza di questo bisogno”.Lo ha detto il premier Enrico Letta ”in Italia occorre tutto – ha aggiunto – fuorchè una crisi politica dagli esiti incerti”. ”Gli italiani – ha detto – chiedono stabilità e risposte concrete”.

Redazione di Operai Contro,

è dal 2008 che la ripresa è dietro l’angolo, basta assicurare la stabilità politica……….

Un operaio di Palermo

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.