I BERLUSCONI SONO PROPRIO TANTI

Caro Operai Contro, 1) prima della condanna di Berlusconi, una priorità del governo Letta, era la riforma della legge elettorale. 2) Dopo essere stato condannato, Berlusconi pretende la riforma della giustizia. 3) Anche Napolitano cambia idea e dà la priorità alla riforma della giustizia. 4) Oggi sul Corriere, Panebianco scrive: “c’è uno squilibrio di potenza fra magistratura e politica”. 5) Ancora Panebianco: “La magistratura è l’unico potere forte, e lo è perchè tutti gli altri poteri, a cominciare da quello politico sono deboli”. 6) Sempre Panebianco:”Il potere forte della magistratura, non permetterà mai una riforma del potere debole che […]
Condividi:

Caro Operai Contro,

1) prima della condanna di Berlusconi, una priorità del governo Letta, era la riforma della legge elettorale.

2) Dopo essere stato condannato, Berlusconi pretende la riforma della giustizia.

3) Anche Napolitano cambia idea e dà la priorità alla riforma della giustizia.

4) Oggi sul Corriere, Panebianco scrive: “c’è uno squilibrio di potenza fra magistratura e politica”.

5) Ancora Panebianco: “La magistratura è l’unico potere forte, e lo è perchè tutti gli altri poteri, a cominciare da quello politico sono deboli”.

6) Sempre Panebianco:”Il potere forte della magistratura, non permetterà mai una riforma del potere debole che è la politica”.

 

Tutte queste affermazioni di Panebianco, condite con una serie di considerazioni e provvedimenti suggeriti, insieme a quella di Napolitano, sembrano tutte scritte da Berlusconi, sono farina del suo sacco.

Mi chiedo anch’io come qualcuno faceva giorni fa in una lettera a questo giornale: Ma quanti Berlusconi (anche se non straricchi) ci sono dietro le maschere dei politici e i loro giullari dell’informazione?

Saluti da un estimatore di Operai Contro.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.