No Tav,continua la protesta

Redazione di Operai Contro, continua la protesta in Val di Susa. La manifestazione dei No Tav è iniziata alle 21, con l’afflusso a Giaglione, il punto di ritrovo da cui parte il sentiero. Poi è partita la marcia attraverso i boschi. Il gruppo si è diviso in più frange a metà percorso, ognuna ha percorso una via diversa per attaccare il cantiere in almeno la metà dei suoi 13 varchi. È quasi mezzanotte quando i manifestanti  arrivano al cantiere dell’alta velocità. Avanzano nel buio, nei boschi. Sono divisi in più gruppetti, che hanno percorso sentieri diversi da Giaglione, il […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

continua la protesta in Val di Susa.

La manifestazione dei No Tav è iniziata alle 21, con l’afflusso a Giaglione, il punto di ritrovo da cui parte il sentiero. Poi è partita la marcia attraverso i boschi. Il gruppo si è diviso in più frange a metà percorso, ognuna ha percorso una via diversa per attaccare il cantiere in almeno la metà dei suoi 13 varchi.

È quasi mezzanotte quando i manifestanti  arrivano al cantiere dell’alta velocità. Avanzano nel buio, nei boschi. Sono divisi in più gruppetti, che hanno percorso sentieri diversi da Giaglione, il punto di ritrovo, perché la tattica stabilita è quella di «disperdere la polizia». Dalla galleria autostradale all’altezza di Giaglione, tirano sassi contro i carabinieri che marciano contro di loro per respingerli, mentre l’autostrada ancora brucia. In fiamme i copertoni a cui i manifestanti hanno dato fuoco. Attaccare in più fronti, contemporaneamente, con qualsiasi cosa prenda fuoco. La strategia è chiara. E la polizia lancia lacrimogeni per disperderli. Sono centinaia le forze dell’ordine che presidiano i diciannovemila metri quadrati di area di scavo immersi nei boschi della Val Clarea, tra alture, saliscendi e rocce da perforare.

Ancora una volta centinaia di poliziotti e carabinieri a difendere il cantiere dell’alta velocità.

Ancora una volta il governo Letta a difendere lo sperpero di denaro a favore dei padroni

Un lettore

 

 

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.