Bridgestone, proposta shock agli operai “Quindici euro di multa se vi ammalate”

Redazione di Operai Contro, Dopo i tagli alle retribuzioni di 400 euro al mese annunciati nei giorni scorsi, i manager della multinazionale annunciano di voler tagliare i salari degli operai di altre 150 euro.I ricatti agli operai sono fatti dietro la promessa di non chiudere. In questa maniera il salario medio si ridurrebbe a circa 1000 euro al mese. Ma non è finita qui perché l’azienda avrebbe studiato il modo di far pagare agli operai ogni “perdita” di orario lavorato: “Ti ammali per un giorno? Ti sottraggono 15 euro lordi dallo stipendio. La malattia dura 10 giorni? Allora pagherai […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Dopo i tagli alle retribuzioni di 400 euro al mese annunciati nei giorni scorsi, i manager della multinazionale annunciano di voler tagliare i salari degli operai di altre 150 euro.I ricatti agli operai sono fatti dietro la promessa di non chiudere.

In questa maniera il salario medio si ridurrebbe a circa 1000 euro al mese.

Ma non è finita qui perché l’azienda avrebbe studiato il modo di far pagare agli operai ogni “perdita” di orario lavorato: “Ti ammali per un giorno? Ti sottraggono 15 euro lordi dallo stipendio.

La malattia dura 10 giorni? Allora pagherai 150 euro

–  la tassa all’azienda sarà pagata anche per partecipare a lutti in famiglia. l’azienda vuole sottrarre ai lavoratori diritti conquistati con le lotte dalle generazioni precedenti”. La franchigia di 15 euro lordi vale anche per permessi di studio e per partecipare alle elezioni. A quanto pare la Bridgestone vuole far pagare dazio anche a chi partecipa alle assemblee dei lavoratori. In quel caso saranno sottratti tanti euro per quante ore di lavoro andranno “perse” in assemblea. “La penalizzazione di 15 euro vale addirittura anche per chi va in maternità e per chi prende un congedo matrimoniale

un operaio

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.