Archive for Giugno 26th, 2013

  • Oggi alle 12 il presidente della Regione, Marche Gian Mario Spacca, ha preso parte ad un Forum nella sede dell’Agenzia ANSA”. Per finanziare gli ammortizzatori sociali in deroga servono altri 2-3 miliardi”. “Con il decreto delle scorse settimane che prevedeva 1 miliardo per gli ammortizzatori sociali – ha spiegato – sono arrivati alle Regioni, in realtà, 550 milioni (16 milioni alle Marche) che ci hanno consentito di pagare gli ammortizzatori sociali in deroga fino a marzo. Le Regioni hanno messo altre risorse per arrivare a luglio ma ora abbiamo esaurito le risorse”. Le Marche negli ultimi 4 anni hanno protetto, […] 0

    I SOLDI PER LA CIG NON BASTANO

    Oggi alle 12 il presidente della Regione, Marche Gian Mario Spacca, ha preso parte ad un Forum nella sede dell’Agenzia ANSA”. Per finanziare gli ammortizzatori sociali in deroga servono altri 2-3 miliardi”. “Con il decreto delle scorse settimane che prevedeva 1 miliardo per gli ammortizzatori sociali – ha spiegato – sono arrivati alle Regioni, in realtà, 550 milioni (16 milioni alle Marche) che ci hanno consentito di pagare gli ammortizzatori sociali in deroga fino a marzo. Le Regioni hanno messo altre risorse per arrivare a luglio ma ora abbiamo esaurito le risorse”. Le Marche negli ultimi 4 anni hanno protetto, […]

    Continue Reading

  • Rassegna stampa Al-Ahram      130621 Siria: la partita delle nazioni Nader Bakkar –          La recente escalation Americana è poco più di un cambiamento tattico; Washington sta studiando le possibili reazioni dell’asse russo-iraniano. –          Nuovi scenari minacciano l’equilibrio di potere: –          l’avanzata militare di al-Assad dopo il recente aiuto russo-iraniano, i missili russi forniti ad Assad, l’inedita influenza di Hezbollah sollecitati dall’Iran che ha anche mobilitato alcuni gruppi sciiti iracheni, e incoraggiato gli Houthis dello Yemen a partecipare alla guerra in Siria. –          Tutti fattori che allargano il conflitto, facendolo sfuggire dal controllo dell’Occidente, che vorrebbe farlo continuare il più possibile senza un vincitore, fino a che non riesca a definire un […] 0

    SIRIA

    Rassegna stampa Al-Ahram      130621 Siria: la partita delle nazioni Nader Bakkar –          La recente escalation Americana è poco più di un cambiamento tattico; Washington sta studiando le possibili reazioni dell’asse russo-iraniano. –          Nuovi scenari minacciano l’equilibrio di potere: –          l’avanzata militare di al-Assad dopo il recente aiuto russo-iraniano, i missili russi forniti ad Assad, l’inedita influenza di Hezbollah sollecitati dall’Iran che ha anche mobilitato alcuni gruppi sciiti iracheni, e incoraggiato gli Houthis dello Yemen a partecipare alla guerra in Siria. –          Tutti fattori che allargano il conflitto, facendolo sfuggire dal controllo dell’Occidente, che vorrebbe farlo continuare il più possibile senza un vincitore, fino a che non riesca a definire un […]

    Continue Reading

  • Alla CNH di Modena il modello Marchionne avanza. L’azione di repressione del GRUPPO DI OPERAI COMBATTIVI IN FIAT CNH iniziata due anni fà con il licenziamento (già giudicato illegittimo dal tribunale del lavoro di Modena) dell’operaio Francesco F., ha continuato la sua “inesorabile” marcia. Altri due operai in questi mesi e settimane, Prima Gianluca Z., poi Giuseppe L., sono stati accompagnati ai cancelli e licenziati solo perché non allineati alle nuove disposizioni della dirigenza FIAT. Eliminazione fisica degli operai più combattivi, soppressione di ogni agibilità sindacale in fabbrica, spostamenti continui di turni e reparti per tutti coloro i quali esprimono […] 0

    FIAT CNH DI MODENA

    Alla CNH di Modena il modello Marchionne avanza. L’azione di repressione del GRUPPO DI OPERAI COMBATTIVI IN FIAT CNH iniziata due anni fà con il licenziamento (già giudicato illegittimo dal tribunale del lavoro di Modena) dell’operaio Francesco F., ha continuato la sua “inesorabile” marcia. Altri due operai in questi mesi e settimane, Prima Gianluca Z., poi Giuseppe L., sono stati accompagnati ai cancelli e licenziati solo perché non allineati alle nuove disposizioni della dirigenza FIAT. Eliminazione fisica degli operai più combattivi, soppressione di ogni agibilità sindacale in fabbrica, spostamenti continui di turni e reparti per tutti coloro i quali esprimono […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, La Gazzetta del mezzogiorno riporta a caratteri cubitali  che in provincia di Foggia: La Princes assumerà mille stagionali per la trasformazione del pomodoro. L’accordo sindacati-azienda è stato sottoscritto nello stabilimento di borgo Incoronata, il dirigente di stabilimento Luca Bruni e i segretari di categoria di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil hanno messo a punto modalità, tempi e prospettive di occupazione in una delle più grandi fabbriche della provincia. Assunti a Luglio Gli operai verranno licenziati il 31 agosto. Funziona così da 40 anni. Il pomodoro viene raccolto dagli schiavi neri sui campi, il […] 0

    LA PRINCES ASSUMERA’ MILLE OPERAI STAGIONALI

    Redazione di Operai Contro, La Gazzetta del mezzogiorno riporta a caratteri cubitali  che in provincia di Foggia: La Princes assumerà mille stagionali per la trasformazione del pomodoro. L’accordo sindacati-azienda è stato sottoscritto nello stabilimento di borgo Incoronata, il dirigente di stabilimento Luca Bruni e i segretari di categoria di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil hanno messo a punto modalità, tempi e prospettive di occupazione in una delle più grandi fabbriche della provincia. Assunti a Luglio Gli operai verranno licenziati il 31 agosto. Funziona così da 40 anni. Il pomodoro viene raccolto dagli schiavi neri sui campi, il […]

    Continue Reading

  • Egregio direttore, la Repubblica Italiana, oltre ad avere un parlamento con molti plurindagati e pluricondannati (vedi Berlusconi) è il parlamento dei parenti. Leggo sui giornali che Berlusconi prepara il posto alla figlia Marina. Non c’è da meravigliarsi Il presidente del consiglio Letta del Pd, è il nipote di Letta grande consigliere di Berlusconi del Pdl Se  andiamo a guardare vediamo che gli onorevoli sistemano mogli, figli e amanti Visto la crescita degli astenuti alle  elezioni, probabilmente sono questi i votanti dei vari partiti Un lettore     Facebook Comments 0

    LA REPUBBLICA DEI PARENTI

    Egregio direttore, la Repubblica Italiana, oltre ad avere un parlamento con molti plurindagati e pluricondannati (vedi Berlusconi) è il parlamento dei parenti. Leggo sui giornali che Berlusconi prepara il posto alla figlia Marina. Non c’è da meravigliarsi Il presidente del consiglio Letta del Pd, è il nipote di Letta grande consigliere di Berlusconi del Pdl Se  andiamo a guardare vediamo che gli onorevoli sistemano mogli, figli e amanti Visto la crescita degli astenuti alle  elezioni, probabilmente sono questi i votanti dei vari partiti Un lettore     Facebook Comments

    Continue Reading

  • La ditta Cft ha annunciato che licenzierà 64 operai, impedendo le proteste nel perimetro aziendale. Falliti i tentativi di conciliazione. I Sindacati: “Dicono che non hanno soldi e da 15 giorni pagano bodyguards per sorvegliare chi manifesta” Una strada provinciale bloccata, i cancelli dell’azienda presidiati dall’alba per impedire qualsiasi ingresso. I lavoratori della Cft Rossi e Catelli di Parma continuano la protesta per impedire il licenziamento di 64 operai. Nonostante gli incontri e i tentativi di trattativa con i rappresentanti dei lavoratori, la proprietà non ha fatto passi indietro sul piano industriale che prevede la riduzione di un terzo dell’organico dello stabilimento […] 0

    Parma, operai sfidano il divieto e bloccano gli ingressi della fabbrica

    La ditta Cft ha annunciato che licenzierà 64 operai, impedendo le proteste nel perimetro aziendale. Falliti i tentativi di conciliazione. I Sindacati: “Dicono che non hanno soldi e da 15 giorni pagano bodyguards per sorvegliare chi manifesta” Una strada provinciale bloccata, i cancelli dell’azienda presidiati dall’alba per impedire qualsiasi ingresso. I lavoratori della Cft Rossi e Catelli di Parma continuano la protesta per impedire il licenziamento di 64 operai. Nonostante gli incontri e i tentativi di trattativa con i rappresentanti dei lavoratori, la proprietà non ha fatto passi indietro sul piano industriale che prevede la riduzione di un terzo dell’organico dello stabilimento […]

    Continue Reading