Archive for Giugno 24th, 2013

  • Redazione di Operai Contro, Berlusconi dopo la prima condanna a 5 anni ora viene condannato a 7 anni La magistratura sa bene che Berlusconi non finirà mai in galera Berlusconi lo sa anche lui Il governo Letta è tranquillo. Allora a cosa servono le condanne? Un vostro lettore Facebook Comments 0

    LE CONDANNE INUTILI

    Redazione di Operai Contro, Berlusconi dopo la prima condanna a 5 anni ora viene condannato a 7 anni La magistratura sa bene che Berlusconi non finirà mai in galera Berlusconi lo sa anche lui Il governo Letta è tranquillo. Allora a cosa servono le condanne? Un vostro lettore Facebook Comments

    Continue Reading

  • rassegna stampa Asia Times      130617 Il predominio di una famiglia macchia l’ascesa del Kurdistan Derek Monroe –   Erbil, capital del Kurdistan iracheno, opera di fatto come Stato indipendente, con un proprio potere legislativo, esecutivo e giudiziario; ha il totale controllo dei confine esterni e di quelli regionali, interni. –  È la prima volta nella storia che i curdi hanno un proprio Stato. –  Risulta di fatto fuori dallo Stato iracheno, non avendo un reale potere decisionale perché dispone di soli  90 seggi su un totale di 700 al parlamento centrale. –  Il Kurdistan, il più recente “petro-stato”, ha vissuto […] 0

    KURDISTAN

    rassegna stampa Asia Times      130617 Il predominio di una famiglia macchia l’ascesa del Kurdistan Derek Monroe –   Erbil, capital del Kurdistan iracheno, opera di fatto come Stato indipendente, con un proprio potere legislativo, esecutivo e giudiziario; ha il totale controllo dei confine esterni e di quelli regionali, interni. –  È la prima volta nella storia che i curdi hanno un proprio Stato. –  Risulta di fatto fuori dallo Stato iracheno, non avendo un reale potere decisionale perché dispone di soli  90 seggi su un totale di 700 al parlamento centrale. –  Il Kurdistan, il più recente “petro-stato”, ha vissuto […]

    Continue Reading

  • I Paesi del continente americano, ad eccezione di Canada, Stati Uniti ed i Paesi colonizzatori di terre americane come Francia e Regno Unito, si sono riuniti nella CELAC, la “comunità di stati latino-americani e dei Caraibi”.Il Brasile vi appartiene, con un terzo dell’intera popolazione e quasi la metà della superficie. Presto toccherà al Brasile ospitare le riunioni della CELAC. Con l’ex governo di Lula uno degli stati sudamericani più floridi in termini di economia aveva avviato una serie di riforme inerenti allo stato sociale. Il riformista Lula guardava con un occhio all’economia globale, ben conscio dei ritmi di crescita del Paese, dall’altro […] 0

    IL BRASILE DI ROUSSEF ALLA PROVA DEI FATTI

    I Paesi del continente americano, ad eccezione di Canada, Stati Uniti ed i Paesi colonizzatori di terre americane come Francia e Regno Unito, si sono riuniti nella CELAC, la “comunità di stati latino-americani e dei Caraibi”.Il Brasile vi appartiene, con un terzo dell’intera popolazione e quasi la metà della superficie. Presto toccherà al Brasile ospitare le riunioni della CELAC. Con l’ex governo di Lula uno degli stati sudamericani più floridi in termini di economia aveva avviato una serie di riforme inerenti allo stato sociale. Il riformista Lula guardava con un occhio all’economia globale, ben conscio dei ritmi di crescita del Paese, dall’altro […]

    Continue Reading