Archive for Giugno 21st, 2013

  • di Antonella Mascali | 21 giugno 2013   Fa il ministro tecnico della Giustizia Annamaria Cancellieri, ma per due volte in 48 ore fa sapere che la “strada maestra” per risolvere la vergogna delle carceri italiane è quella dell’amnistia o dell’indulto. Un provvedimento che, se scritto con criteri esclusivamente umanitari, potrebbe anche essere utile, ma che per come è sempre stato fatto non ha mai risolto le condizioni terribili dei detenuti. Ha “graziato”, però, molti colletti bianchi. Il provvedimento deve essere approvato dai due terzi delle Camere e il Guardasigilli, inevitabilmente, passa la palla: “Spetta al Parlamento decidere, il problema è squisitamente politico e non mi […] 1

    Ecco perché l’amnistia aiuta Berlusconi

    di Antonella Mascali | 21 giugno 2013   Fa il ministro tecnico della Giustizia Annamaria Cancellieri, ma per due volte in 48 ore fa sapere che la “strada maestra” per risolvere la vergogna delle carceri italiane è quella dell’amnistia o dell’indulto. Un provvedimento che, se scritto con criteri esclusivamente umanitari, potrebbe anche essere utile, ma che per come è sempre stato fatto non ha mai risolto le condizioni terribili dei detenuti. Ha “graziato”, però, molti colletti bianchi. Il provvedimento deve essere approvato dai due terzi delle Camere e il Guardasigilli, inevitabilmente, passa la palla: “Spetta al Parlamento decidere, il problema è squisitamente politico e non mi […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, ormai è più di una settimana che il popolo del Brasile protesta e la rabbia cresce. Le proteste hanno un motivo sociale. Il popolo manifesta contro il governo a causa della corruzione dilagante dei partiti politici e delle conseguenze economiche (prezzo dei trasporti in primis) legate all’altissimo costo per la costruzione degli infrastrutture ‘mondiali’. Televisioni e giornali italiani sono stati costretti a parlare della protesta. In Italia come mai non si sviluppa un movimento di protesta come in Brasile? In Italia non c’è la corruzione dei partiti politici e dei politici? In Italia i prezzi […] 0

    LA PROTESTA IN BRASILE E IN ITALIA?

    Redazione di Operai Contro, ormai è più di una settimana che il popolo del Brasile protesta e la rabbia cresce. Le proteste hanno un motivo sociale. Il popolo manifesta contro il governo a causa della corruzione dilagante dei partiti politici e delle conseguenze economiche (prezzo dei trasporti in primis) legate all’altissimo costo per la costruzione degli infrastrutture ‘mondiali’. Televisioni e giornali italiani sono stati costretti a parlare della protesta. In Italia come mai non si sviluppa un movimento di protesta come in Brasile? In Italia non c’è la corruzione dei partiti politici e dei politici? In Italia i prezzi […]

    Continue Reading

  • Facebook Comments 0

    LA MAPPA DEL LAVORO PERDUTO

    Facebook Comments

    Continue Reading

  • In Italia ci asfissiano con i dibattiti dei politici e degli esperti, intanto il governo del Pd e Pdl continua a tagliare In Italia i leccaculo della stampa ci rompono i coglioni con le vicende giudiziarie del puttaniere delinquente Berlusconi In Italia una piccola borghesia accattona continua a belare In Brasile la protesta dilaga  Imponente manifestazione, ieri sera, a Rio De Janeiro. Oltre 500 mila persone hanno preso parte ad un immenso corteo che ha letteralmente “occupato” la città. Nonostante la decisione delle autorità municipali di “cancellare” gli aumenti delle tariffe dei trasporti, aumenti che avevano innescato le prime […] 0

    BRASILE LA PROTESTA DILAGA

    In Italia ci asfissiano con i dibattiti dei politici e degli esperti, intanto il governo del Pd e Pdl continua a tagliare In Italia i leccaculo della stampa ci rompono i coglioni con le vicende giudiziarie del puttaniere delinquente Berlusconi In Italia una piccola borghesia accattona continua a belare In Brasile la protesta dilaga  Imponente manifestazione, ieri sera, a Rio De Janeiro. Oltre 500 mila persone hanno preso parte ad un immenso corteo che ha letteralmente “occupato” la città. Nonostante la decisione delle autorità municipali di “cancellare” gli aumenti delle tariffe dei trasporti, aumenti che avevano innescato le prime […]

    Continue Reading