LE BISCHE DEI PADRONI VANNO MALE

Piazza Affari peggiora a vista d’occhio mentre i mercati europei perdono oltre 2 punti percentuali dopo le indicazioni della Fed. Il Ftse Mib perde il 2,01%, mentre a pesare sul listino sono soprattutto i bancari con la Bper in asta di volatilità (-2,72%), Intesa Sanpaolo che perde il 3,7% e Ubi Banca il 3,91%. BORSE EUROPEE IN DIFFICOLTA’ – Borse europee in difficoltà in scia alle indicazioni arrivate dalla Fed, che stima una riduzione degli stimoli all’economia degli Stati Uniti. In rosso quindi l’intero Continente che replica al tonfo dei mercati asiatici. Francoforte maglia nera con una calo del 2,3 […]
Condividi:

Piazza Affari peggiora a vista d’occhio mentre i mercati europei perdono oltre 2 punti percentuali dopo le indicazioni della Fed. Il Ftse Mib perde il 2,01%, mentre a pesare sul listino sono soprattutto i bancari con la Bper in asta di volatilità (-2,72%), Intesa Sanpaolo che perde il 3,7% e Ubi Banca il 3,91%.

BORSE EUROPEE IN DIFFICOLTA’ – Borse europee in difficoltà in scia alle indicazioni arrivate dalla Fed, che stima una riduzione degli stimoli all’economia degli Stati Uniti. In rosso quindi l’intero Continente che replica al tonfo dei mercati asiatici. Francoforte maglia nera con una calo del 2,3 per cento. Male anche Parigi (-2,1%) e Londra (-1,9%). Perdite più contenute invece sul listino milanese che perde l’1,22 per cento. In particolare a Piazza Affari vanno giù la Bper (-3,5%) e Impregilo (-3%)

BORSA: MILANO APRE IN FORTE CALO (-1,3%) – Partenza in deciso calo per Piazza Affari col Ftse Mib che perde l’1,31% a 15.835 punti. A pesare sull’indice milanese il tonfo dei mercati asiatici in scia ai timori legati ad una possibile stretta creditizia in Cina e alle dichiarazioni di Ben Bernanke della Fed.

Partenza in rosso per Piazza Affari col Ftse Mib che perde l’1,10% a 15.866 punti. A pesare sull’indice milanese il tonfo dei mercati asiatici in scia ai timori legati ad una possibile stretta creditizia in Cina e alle dichiarazioni di Ben Bernanke della Fed. Sul principale listino c’é un solo titolo in territorio positivo, Azimut (+0,57%), mentre a perdere più di tutti sono Salvatore Ferragamo (-2,5%), Mediaset (-2,2%) e Ubi Banca (-2%).

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.