SIRIA, USA, RUSSIA

RASSEGNA STAMPA   Asia Times      130614 Il momento “Monica [Lewinsky]” di Obama M K Bhadrakumar L’annnuncio della Casa Bianca che gli Usa forniranno sostegno militare ai ribelli siriani (giustificato con l’uso di armi chimiche da parte del regime siriano) è il maggior schiaffo alla Russia dal crollo dell’Urss. –  Obama deve aver calcolato che l’amicizia con Putin è sacrificabile: o   la questione della difesa missilistica non vede possibilità di accordo; o   il morale dell’opposizione siriana è al minimo dopo la sconfitta a Qusayr, che ha fatto sì che terminasse il flusso di armi clandestine dal Libano; o   il rischio […]
Condividi:

RASSEGNA STAMPA

 

Asia Times      130614

Il momento “Monica [Lewinsky]” di Obama

M K Bhadrakumar

L’annnuncio della Casa Bianca che gli Usa forniranno sostegno militare ai ribelli siriani (giustificato con l’uso di armi chimiche da parte del regime siriano) è il maggior schiaffo alla Russia dal crollo dell’Urss.

–  Obama deve aver calcolato che l’amicizia con Putin è sacrificabile:

o   la questione della difesa missilistica non vede possibilità di accordo;

o   il morale dell’opposizione siriana è al minimo dopo la sconfitta a Qusayr, che ha fatto sì che terminasse il flusso di armi clandestine dal Libano;

o   il rischio di una sconfitta ad Aleppo significherebbe l’interruzione delle linee di rifornimento dalla Turchia.

o   Inoltre la conferenza Ginevra2, iniziativa congiunta russo-americana, si prospetta negativamente: l’opposizione siriana è troppo divisa e frammentata per nominare una delegazione unitaria. Stati Uniti – Turchia, Arabia Saudita, Qatar, gli alleati regionali degli Usa – sono arrabbiati perché gli Stati Uniti stanno mandando in fumo il progetto di cambio di regime.

o   a Washington, sotto la pressione della lobby israeliana membri del Congresso, media e think tank, reclamano maggiore impegno per la Siria.

Un ulteriore fattore che potrebbe aver spinto Obama a questa decisione: un diversivo rispetto allo scandalo Edward Snowden (ex agente CIA), la più grande fuga di notizia sull’intelligence Usa, uno – scandalo che mette a nudo la falsità delle dichiarazioni programmatiche di Obama: trasparenza, affidabilità, legittimazione, multilateralismo, consenso.

–  Le conseguenze della decisione americana:

o   Come reagirà Putin?

o   L’impatto sulle dinamiche regionali?

o   La Turchia, già in contrasto sulle recenti proteste, viene catapultata in prima linea,

o   Mentre l’opinone pubblica turca è contraria ad un intervento in Siria.

Sarà praticamente impossibile giungere ad una soluzione delle questioni aperte tra Arabia Saudita, Qatar, Emirati Arabi Uniti, Giordania, Iran, Hezbollah, Israele, Iraq, Libano.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.