SIRIA,USA, POTENZE

RASSEGNA STAMPA Gli USA decidono di armare i ribelli siriani ADAM ENTOUS e JULIAN E. BARNES –  Gli Usa hanno deciso un maggiore coinvolgimento diretto nella Guerra civile siriana: –  Con un voltafaccia Obama o   ha dato ordine alla CIA di coordinare l’armamento dei ribelli siriani con gli alleati; le armi verrebbero consegnate ai ribelli anti-Assad in Giordania. –  Motivazione della svolta dell’Amministrazione americana: Assad starebbe usando armi chimiche, gas sarin compreso, che avrebbero provocato 150 vittime; in totale le vittime del conflitto che dura da 27 mesi, sarebbero più di 90mila, dati Onu. o   Pressione da GB e […]
Condividi:

RASSEGNA STAMPA

Gli USA decidono di armare i ribelli siriani

ADAM ENTOUS e JULIAN E. BARNES

–  Gli Usa hanno deciso un maggiore coinvolgimento diretto nella Guerra civile siriana:

–  Con un voltafaccia Obama

o   ha dato ordine alla CIA di coordinare l’armamento dei ribelli siriani con gli alleati; le armi verrebbero consegnate ai ribelli anti-Assad in Giordania.

–  Motivazione della svolta dell’Amministrazione americana: Assad starebbe usando armi chimiche, gas sarin compreso, che avrebbero provocato 150 vittime; in totale le vittime del conflitto che dura da 27 mesi, sarebbero più di 90mila, dati Onu.

o   Pressione da GB e Francia per posizione più chiara degli USA, ribadita certezza dell’uso di armi chimiche da parte del regime.

o   Richiesta dai militari Usa la costituzione di una no-fly zone, o meglio una no-fight-zone (zona di non combattimento) con l’uso di aerei, lungo il confine giordano per una profondità di 25 miglia, per “proteggere i rifugiati siriani e i ribelli che si addestrano”, e il personale Usa;

o   Il costo di questa zona cuscinetto sarebbe di circa $50 milioni al giorno.

o   Gli Usa hanno già portato in Giordania aerei Patriot e F-16, che dispongono di missile aria-aria capaci di distruggere gli aerie siriani a lunga distanza;

o   Sarebbe auto-difesa se i caccia americani dovessero entrare  nello spazio siriano perchè minacciati …

o   Secondo i suoi sostenitori, la no-fly zone potrebbe essere costituita anche senza l’avallo Onu, perché gli Usa non entrerebbero nello spazio aereo e non occuperebbero territorio siriano.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.