LA BARZELLETTA DI VENDOLA CHE FA TANTO RIDERE GLI OPERAI OM

Vendola, il presidente della Regione Puglia, ha scritto una barzelletta che fa tanto ridere gli operai dell’Om Carrelli elevatori di Bari. Non è la prima volta che scrive e racconta barzellette, non sarà sicuramente l’ultima, di sicuro può cimentarsi con altri grandi barzellettieri italiani come Berlusconi e Napolitano, di fronte ai quali la figura di Gino Bramieri scolorisce e annoia. Vendola ha scritto la barzelletta agli ambasciatori in Italia della Gran Bretagna, Christopher Prentice, e della Repubblica Federale di Germania, Reinhard Schäfers, chiedendo di rappresentare, ai rispettivi Paesi, gli atteggiamenti di scarsa attenzione nei confronti del governo e delle […]
Condividi:

Vendola, il presidente della Regione Puglia, ha scritto una barzelletta che fa tanto ridere gli operai dell’Om Carrelli elevatori di Bari. Non è la prima volta che scrive e racconta barzellette, non sarà sicuramente l’ultima, di sicuro può cimentarsi con altri grandi barzellettieri italiani come Berlusconi e Napolitano, di fronte ai quali la figura di Gino Bramieri scolorisce e annoia.

Vendola ha scritto la barzelletta agli ambasciatori in Italia della Gran Bretagna, Christopher Prentice, e della Repubblica Federale di Germania, Reinhard Schäfers, chiedendo di rappresentare, ai rispettivi Paesi, gli atteggiamenti di scarsa attenzione nei confronti del governo e delle istituzioni italiane in relazione alla trattativa tra i vertici Kion e quelli di Frazer Nash. E lo ha fatto scrivendo loro una lettera:

“Non posso che segnalarLe la gravità del mancato rispetto di un accordo siglato con i massimi livelli delle Istituzioni italiane affinché si faccia interprete presso il suo governo del sentimento di stupore e di amarezza generato da un comportamento gravissimo ed inaccettabile e per una Sua valutazione circa l’opportunità di un intervento presso i massimi vertici aziendali.

Sono sicuro che il Suo intervento possa indurre l’azienda a tornare al tavolo di confronto con un adeguato livello di rappresentanza, onorando così gli impegni assunti con le Istituzioni italiane, consentendo di esplorare ogni possibile via alla ricerca di una positiva conclusione della vertenza”.

In particolare all’ambasciatore tedesco Vendola aggiunge che “è quanto mai auspicabile, inoltre, un Suo autorevole intervento affinché i vertici aziendali Kion desistano dall’assumere posizioni di conflitto con le iniziative di protesta messe in atto dai lavoratori tanto da esacerbare ulteriormente tensioni sociali e compromettere l’ordine pubblico”.

Guarda un po’, è l’ordine pubblico che interessa a Vendola!

È bene ricordare che all’incontro del 5 giugno scorso svoltosi a Roma, presso il ministero dello Sviluppo economico, non hanno partecipato né i vertici Kion né l’amministratore delegato della Frazer Nash perché non hanno alcun interesse a continuare una pantomima durata mesi alla quale solo Vendola e Cgil, Cisl e Uil fanno finta di credere.

E gli ambasciatori come hanno risposto? Con una pernacchia.

SALUTI OPERAI DALLA PUGLIA

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.