Archive for Giugno 5th, 2013

  • Caro Operai Contro Dal primo luglio quindi tra meno di un mese, Equitalia (salvo proroghe eccezionali), cessa l’attività. Al suo posto ogni Comune metterà propri esattori per decidere e riscuotere i tributi, le tasse. Apprendo oggi dai giornali, che i nuovi esattori come “remunerazione” del loro lavoro, possono trattenere fino al 30% delle tasse riscosse. Che affarone per i partiti il federalismo tributario! Allarga il cerchio del loro clientelismo, pagandolo profumatamente, con il 30% trattenuto dalle tasse! Aveva ragione la Lega, col federalismo le tasse restano sul territorio, anche quel 30% che va nelle tasche degli amici dei partiti. […] 0

    LA TASSA SULLE TASSE E’ DEL 30%

    Caro Operai Contro Dal primo luglio quindi tra meno di un mese, Equitalia (salvo proroghe eccezionali), cessa l’attività. Al suo posto ogni Comune metterà propri esattori per decidere e riscuotere i tributi, le tasse. Apprendo oggi dai giornali, che i nuovi esattori come “remunerazione” del loro lavoro, possono trattenere fino al 30% delle tasse riscosse. Che affarone per i partiti il federalismo tributario! Allarga il cerchio del loro clientelismo, pagandolo profumatamente, con il 30% trattenuto dalle tasse! Aveva ragione la Lega, col federalismo le tasse restano sul territorio, anche quel 30% che va nelle tasche degli amici dei partiti. […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, non c’è bisogno di andare in Turchia per essere aggrediti dalla polizia. Basta essere operai, basta voler difendere il miserabile salario. E’ accaduto tante volte negli ultimi anni è accaduto oggi a Terni. Noi operai dell’AST ex Thyssen abbiamo scioperato e occupato i binari della stazione in segno di protesta. Abbiamo protestato per la minaccia di licenziamento da parte del padrone. Ma, dopo l’occupazione della stazione, siamo stati attaccati dalla polizia. i Dopo gli scontri, lo sciopero, che doveva terminare alle 13, è stato prorogato di un’ora. Il corteo con alcune centinaia di operai, partito […] 0

    TERNI COME ISTAMBUL

    Redazione di Operai Contro, non c’è bisogno di andare in Turchia per essere aggrediti dalla polizia. Basta essere operai, basta voler difendere il miserabile salario. E’ accaduto tante volte negli ultimi anni è accaduto oggi a Terni. Noi operai dell’AST ex Thyssen abbiamo scioperato e occupato i binari della stazione in segno di protesta. Abbiamo protestato per la minaccia di licenziamento da parte del padrone. Ma, dopo l’occupazione della stazione, siamo stati attaccati dalla polizia. i Dopo gli scontri, lo sciopero, che doveva terminare alle 13, è stato prorogato di un’ora. Il corteo con alcune centinaia di operai, partito […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, la crescita è la parola d’ordine  dei padroni e dei borghesi. Essi hanno ridotto i salari operai alla fame, licenziato migliaia di operai ma le manifatture chiudono. I padroni non vogliono credere che questa è una crisi di sovrapproduzione, l’unico modo che hanno per tentare di uscirne è una nuova guerra mondiale Gli operai hanno prodotto troppo  e i padroni non riescono  a valorizzare il loro  capitale Operai è la nostra ora Facebook Comments 0

    IL CROLLO DELLA MANIFATTURA IN ITALIA

    Redazione di Operai Contro, la crescita è la parola d’ordine  dei padroni e dei borghesi. Essi hanno ridotto i salari operai alla fame, licenziato migliaia di operai ma le manifatture chiudono. I padroni non vogliono credere che questa è una crisi di sovrapproduzione, l’unico modo che hanno per tentare di uscirne è una nuova guerra mondiale Gli operai hanno prodotto troppo  e i padroni non riescono  a valorizzare il loro  capitale Operai è la nostra ora Facebook Comments

    Continue Reading

  • RASSEGNA STAMPA Collassa il “miracolo economico” di Ankara – Modificazioni in Turchia David P. Goldman + Asia Times   130423 La bomba a orologeria del debito della Turchia Spengler –  Tesi (aprile 2013): –   L’ampiezza e la repentinità del rallentamento economico turco (il Pil fermo, unico a parte l’Indonesia tra i paesi emergenti) eroderà facilmente la capacità di governare del Partito di Erdogan, l’AKP (Adalet ve Kalkınma Partisi), che si basava sul successo economico anziché sull’ideologia, o   e indebolirà la possibilità di utilizzare incentivi economici per frenare il separatismo curdo e contenere l’opposizione interna. o   La riduzione del deficit dall’11% al 3% significherebbe ridurre l’import dell’8%, e di conseguenza ridurre i […] 0

    TURCHIA, ECONOMIA

    RASSEGNA STAMPA Collassa il “miracolo economico” di Ankara – Modificazioni in Turchia David P. Goldman + Asia Times   130423 La bomba a orologeria del debito della Turchia Spengler –  Tesi (aprile 2013): –   L’ampiezza e la repentinità del rallentamento economico turco (il Pil fermo, unico a parte l’Indonesia tra i paesi emergenti) eroderà facilmente la capacità di governare del Partito di Erdogan, l’AKP (Adalet ve Kalkınma Partisi), che si basava sul successo economico anziché sull’ideologia, o   e indebolirà la possibilità di utilizzare incentivi economici per frenare il separatismo curdo e contenere l’opposizione interna. o   La riduzione del deficit dall’11% al 3% significherebbe ridurre l’import dell’8%, e di conseguenza ridurre i […]

    Continue Reading

  • Nuovi scontri tra manifestanti e forze dell’ordine si sono verificati in nottata in Turchia, nonostante le scuse del governo per la violenza della polizia, nel tentativo di mettere fine all’ondata di proteste senza precedenti contro il primo ministro Tayyip Erdogan. PIAZZA TAKSIM – La polizia ha usato gas lacrimogeni e idranti per disperdere centinaia di manifestanti a Istanbul e ad Ankara che tentavano di dirigersi verso gli uffici del premier Recep Tayyip Erdogan nelle due città turche. CANNONI AD ACQUA – In piazza Taksim, divenuta ormai teatro di vaste proteste contro quelli che molti considerano il crescente autoritarismo del governo di […] 0

    ISTAMBUL CONTINUANO GLI SCONTRI

    Nuovi scontri tra manifestanti e forze dell’ordine si sono verificati in nottata in Turchia, nonostante le scuse del governo per la violenza della polizia, nel tentativo di mettere fine all’ondata di proteste senza precedenti contro il primo ministro Tayyip Erdogan. PIAZZA TAKSIM – La polizia ha usato gas lacrimogeni e idranti per disperdere centinaia di manifestanti a Istanbul e ad Ankara che tentavano di dirigersi verso gli uffici del premier Recep Tayyip Erdogan nelle due città turche. CANNONI AD ACQUA – In piazza Taksim, divenuta ormai teatro di vaste proteste contro quelli che molti considerano il crescente autoritarismo del governo di […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Il Salario è inchiodato ai piu’ bassi livelli d’europa, non si smuove, è la Fiat stessa che ci comunica che il cosiddetto “premio” produttivo anche quest’ anno sarà falcidiato.  L’unico aumento  che si vede é solo quello del lavoro realizzato con meno operai in fabbrica, peggiorando la sicurezza e le manutenzioni, d’altronde chi ha difeso la salute e la sicurezza sul posto di lavoro è andato incontro a licenziamenti politici dell’azienda, che ha creduto di allontanare lo zoccolo duro degli operai dagli stessi . Ora ci hanno comunicato ulteriori SABATI DI STRAORDINARIO OBBLIGATORI, per i […] 2

    Fiat CNH Modena; ANCORA SABATI OBBLIGATORI!!!

    Redazione di Operai Contro, Il Salario è inchiodato ai piu’ bassi livelli d’europa, non si smuove, è la Fiat stessa che ci comunica che il cosiddetto “premio” produttivo anche quest’ anno sarà falcidiato.  L’unico aumento  che si vede é solo quello del lavoro realizzato con meno operai in fabbrica, peggiorando la sicurezza e le manutenzioni, d’altronde chi ha difeso la salute e la sicurezza sul posto di lavoro è andato incontro a licenziamenti politici dell’azienda, che ha creduto di allontanare lo zoccolo duro degli operai dagli stessi . Ora ci hanno comunicato ulteriori SABATI DI STRAORDINARIO OBBLIGATORI, per i […]

    Continue Reading

  • Cara Redazione di Operai Contro, t’invio un buon articolo del fatto quotidiano Luigi Franco | 4 giugno 2013 L’Italia? E’ un Paese ferito in profondità. E’ questa l’impietosa analisi del report “Il mondo al tempo dell’austerity – rapporto sui diritti globali 2013″, curato dall’Associazione Società Informazione Onlus e dalla Cgil in collaborazione con diverse organizzazioni del Terzo settore. Calano iconsumi, le famiglie non riescono più a far fronte ai costi delle cure del medico e degli esami, non ce la fanno a pagare le bollette e il riscaldamento di casa. Cresce la povertà, mentre il rischio diesclusione riguarda ormai un quarto della popolazione. Tra il 2012 e i primi tre mesi del 2013, 121 persone […] 0

    Crisi, Italia ferita dall’austerity: più poveri, meno welfare. Ma il Pil non sale

    Cara Redazione di Operai Contro, t’invio un buon articolo del fatto quotidiano Luigi Franco | 4 giugno 2013 L’Italia? E’ un Paese ferito in profondità. E’ questa l’impietosa analisi del report “Il mondo al tempo dell’austerity – rapporto sui diritti globali 2013″, curato dall’Associazione Società Informazione Onlus e dalla Cgil in collaborazione con diverse organizzazioni del Terzo settore. Calano iconsumi, le famiglie non riescono più a far fronte ai costi delle cure del medico e degli esami, non ce la fanno a pagare le bollette e il riscaldamento di casa. Cresce la povertà, mentre il rischio diesclusione riguarda ormai un quarto della popolazione. Tra il 2012 e i primi tre mesi del 2013, 121 persone […]

    Continue Reading

  • Cara Redazione di Operai Contro, l’ILVA è stata commissariata. Bondi, il delinquente dal colletto bianco, uomo dell’assassino Riva, è il nuovo commissario. Noi operai potremo continuare a produrre e morire Questo è il nostro inno alla vita Il decreto per l’Ilva «è ormai definito» ha detto il ministro Zanonato,  e già nel primo pomeriggio si prevede «la sospensione dei poteri degli organi societari e la nomina del commissario. Al termine di questa fase di gestione eccezionale e straordinaria potranno essere ricostituiti gli ordinari organi di amministrazione restituendo alla proprietà» i suoi poteri. Dalle decisioni che vengono prese sull’Ilva, ha concluso Zanonato, […] 0

    ILVA DI TARANTO, BONDI L’UOMO DI RIVA COMMISSARIO

    Cara Redazione di Operai Contro, l’ILVA è stata commissariata. Bondi, il delinquente dal colletto bianco, uomo dell’assassino Riva, è il nuovo commissario. Noi operai potremo continuare a produrre e morire Questo è il nostro inno alla vita Il decreto per l’Ilva «è ormai definito» ha detto il ministro Zanonato,  e già nel primo pomeriggio si prevede «la sospensione dei poteri degli organi societari e la nomina del commissario. Al termine di questa fase di gestione eccezionale e straordinaria potranno essere ricostituiti gli ordinari organi di amministrazione restituendo alla proprietà» i suoi poteri. Dalle decisioni che vengono prese sull’Ilva, ha concluso Zanonato, […]

    Continue Reading

  • Si tratta di 25 dirigenti e 150 impiegati di staff Gli altri sono operai, così suddivisi: 480 a Fabriano, 230 a Comunanza, 540 a Caserta  Mentre il governo chiacchiera sulla ripresa i padroni licenziano Facebook Comments 0

    Indesit annuncia 1425 esuberi

    Si tratta di 25 dirigenti e 150 impiegati di staff Gli altri sono operai, così suddivisi: 480 a Fabriano, 230 a Comunanza, 540 a Caserta  Mentre il governo chiacchiera sulla ripresa i padroni licenziano Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai contro, Il governo Letta ha deciso la nomina della nuova commissione dei saggi per le riforme. I 35 saggi sono tutti professori universitari Mentre i saggi studiano le riforme a favore dei padroni, noi operai potremo continuare a morire di fame Un operaio Facebook Comments 0

    RIFORME, COMMISSIONE DI 35 SAGGI

    Redazione di Operai contro, Il governo Letta ha deciso la nomina della nuova commissione dei saggi per le riforme. I 35 saggi sono tutti professori universitari Mentre i saggi studiano le riforme a favore dei padroni, noi operai potremo continuare a morire di fame Un operaio Facebook Comments

    Continue Reading