Pd 180 DIPENDENTI IN CASSA INTEGRAZIONE

Redazione di Operai Contro, Situazione economica gravissima e cassaintegrazione inevitabile per i 180 dipendenti. E’ il destino del Pd dopo che sarà approvata la legge per l’abrogazione del finanziamento pubblico ai partiti. Un orizzonte affatto positivo tracciato dal tesoriere del partito Antonio Misiani che ha incontrato proprio i lavoratori assunti dal Pd. Durante l’incontro di Roma, che ha avuto anche momenti di tensione, Misiani ha spiegato che già nel 2012 (il bilancio dovrà essere approvato a giugno dalla direzione) chiuderà in passivo. Infatti nel luglio scorso il Pd, così come tutti i partiti, rinunciarono in favore dei terremotati dell’Emilia alla rata annuale del finanziamento, l’ultima della legislatura 2008-2013. […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Situazione economica gravissima e cassaintegrazione inevitabile per i 180 dipendenti. E’ il destino del Pd dopo che sarà approvata la legge per l’abrogazione del finanziamento pubblico ai partiti. Un orizzonte affatto positivo tracciato dal tesoriere del partito Antonio Misiani che ha incontrato proprio i lavoratori assunti dal Pd. Durante l’incontro di Roma, che ha avuto anche momenti di tensione, Misiani ha spiegato che già nel 2012 (il bilancio dovrà essere approvato a giugno dalla direzione) chiuderà in passivo. Infatti nel luglio scorso il Pd, così come tutti i partiti, rinunciarono in favore dei terremotati dell’Emilia alla rata annuale del finanziamento, l’ultima della legislatura 2008-2013. In più, sempre la scorsa estate è stata approvata la nuova legge sul finanziamento dei partiti che dimezzava i fondi.

I partiti ricattano lo stato allo stesso modo con cui Riva ricatta lo stato sulle spalle degli operai.

I politici del Pd sono dei nababbi con i soldi dello stato, gli impiegati delle federazione vengono licenziati.

Un dipendente del Pd

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.