IL SERVILISMO DELLE CLASSI AGIATE

Caro Operai Contro Gli opinionisti dei mezzi d’informazione trasalgono per il sequestro ai Riva, (padroni dell’Ilva), di 10 milioni di euro per truffa allo Stato, (l’ultima marachella scoperta dai magistrati). Lo sdegno degli opinionisti è ben riassunto dai titoli dei giornali: ”Così sono a rischio 40 mila posti di lavoro”. Indirettamente ma non troppo, gli opinionisti servili mettono sotto accusa i magistrati, per la troppa attenzione nei confronti di certi sfruttatori, nonché trasgressori ed evasori dello Stato. Per i servi dei padroni è naturale che gli operai restino senza lavoro da un giorno all’altro. Ma no usano lo stesso […]
Condividi:

Caro Operai Contro

Gli opinionisti dei mezzi d’informazione trasalgono per il sequestro ai Riva, (padroni dell’Ilva), di 10 milioni di euro per truffa allo Stato, (l’ultima marachella scoperta dai magistrati).

Lo sdegno degli opinionisti è ben riassunto dai titoli dei giornali: ”Così sono a rischio 40 mila posti di lavoro”.

Indirettamente ma non troppo, gli opinionisti servili mettono sotto accusa i magistrati, per la troppa attenzione nei confronti di certi sfruttatori, nonché trasgressori ed evasori dello Stato.

Per i servi dei padroni è naturale che gli operai restino senza lavoro da un giorno all’altro.

Ma no usano lo stesso metro con i padroni, infatti non riescono a concepire che l’Ilva possa continuare a produrre risanata e senza i Riva.

La filosofia dei servi dei padroni è che questi, possano sfruttare gli operai oltre ogni regola, senza misure antinfortunistiche, prevenzioni ambientali, ed in più evadere e truffare il loro stesso Stato, come appunto fa l’Ilva.

Quando poi vengono presi in castagna con qualche “marachella”, i loro servi corrono in soccorso,  non chiedono “giustizia” come fanno di solito con i ladri di pollo, ma fanno allarmismo per dire che si rischiano 40 mila posti di lavoro per la solerzia dei giudici.

Ma i licenziamenti possono essere evitati risanando la fabbrica, con i soldi dei Riva ma senza di loro. Soldi che i Riva hanno fatto sfruttando intere generazioni di operai.

I miserabili servi dei padroni, sanno che senza la ricchezza prodotta dagli operai sarebbero morti di fame.

Saluti operai

Condividi:

Facebook Comments

1 Comment

  1. Ercole2

    CONDIVIDO in toto questa riflessione . ma allo stesso tempo mi chiedo fino a quando gli operai dell’ilva e la popolazione di Taranto sono disposti a subire ,è più di 40 anni che li avvelenano , continuano a morire di tumori ,hanno capito che sono tutti corrotti (sindacati e politici) non è possibile che tutto passi nella quasi indiferrenza ,non organizzano in modo autonomo uno sciopero a oltranza e un blocco dei punti strategici della città ,i padroni e i loro pennivendoli fanno il loro mestiere e giocano sulla paura e sulla divisione degli operai ,ma cosa aspettano per reagire ,quando maturerà una coscienza di classe e di appartenenza ,ma perchè dormono sempre? Il movimento dei lavoratori liberi e pensanti che fine ha fatto?