IL GOVERNO LETTA E I PROFITTI DI BERLUSCONI

Redazione di Operai Contro, il governo di larghe intese ha riportato il sereno nelle finanze di casa Berlusconi. La ritrovata (e insperata) centralità politica del Cavaliere ha messo le ali dal voto di fine febbraio ai titoli delle sue aziende quotate in Borsa. Mediaset eMediolanum sono balzate rispettivamente del 32 e del 30% (contro il +8% dell’indice Mibtel) regalando al leader del centrodestra in poco più di un mese un guadagno virtuale di 570 milioni di euro. Il valore delle sue partecipazioni nelle due società è lievitato da 1,8 a 2,37 miliardi. La corsa dei due titoli tra l’altro ha accelerato dopo […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

il governo di larghe intese ha riportato il sereno nelle finanze di casa Berlusconi.

La ritrovata (e insperata) centralità politica del Cavaliere ha messo le ali dal voto di fine febbraio ai titoli delle sue aziende quotate in Borsa. Mediaset eMediolanum sono balzate rispettivamente del 32 e del 30% (contro il +8% dell’indice Mibtel) regalando al leader del centrodestra in poco più di un mese un guadagno virtuale di 570 milioni di euro. Il valore delle sue partecipazioni nelle due società è lievitato da 1,8 a 2,37 miliardi. La corsa dei due titoli tra l’altro ha accelerato dopo il giuramento del Governo Letta: dal giorno dell’insediamento del nuovo esecutivo, il patrimonio della Fininvest a Piazza Affari è salito di 220 milioni, garantendo all’ex premier un assegno di 22 milioni al giorno

Berlusconi miliardario e noi operai alla fame

Questi sono i miracoli di Napolitano e del Pd

Un lettore

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.