Dal 2007 il numero degli italiani senza posto è quasi raddoppiato (+82,2%): una persona su due che cerca lavoro è al sud, ma in percentuale l’incremento maggiore si rileva al nord (+121,3%)

In cinque anni la disoccupazione media in Italia è quasi raddoppiata (+82,2%): una persona su due che cerca lavoro è al sud, ma in percentuale l’incremento maggiore si rileva al nord (+121,3%). E’ quanto emerge dalle elaborazioni dell’Adnkronos, sulla base degli ultimi dati pubblicati dall’Istat sulla media annuale del numero di persone in cerca di lavoro a partire dai 15 anni. Secondo gli aggiornamenti dell’Istituto di statistica i disoccupati, nella media annuale del 2012, sono stati 2,74 milioni, un record storico da quando, nel 1993, è iniziato il monitoraggio. Esaminando gli anni della crisi emerge che lo scorso anno si è registrato un […]
Condividi:

In cinque anni la disoccupazione media in Italia è quasi raddoppiata (+82,2%): una persona su due che cerca lavoro è al sud, ma in percentuale l’incremento maggiore si rileva al nord (+121,3%). E’ quanto emerge dalle elaborazioni dell’Adnkronos, sulla base degli ultimi dati pubblicati dall’Istat sulla media annuale del numero di persone in cerca di lavoro a partire dai 15 anni.

Secondo gli aggiornamenti dell’Istituto di statistica i disoccupati, nella media annuale del 2012, sono stati 2,74 milioni, un record storico da quando, nel 1993, è iniziato il monitoraggio.

Esaminando gli anni della crisi emerge che lo scorso anno si è registrato un boom del numero di disoccupati, che sono aumentati del 30,2% (+636.000 unità).

Prima che iniziasse la crisi i disoccupati al nord erano 432.000 (28,7% del totale), mentre al centro si trovavano altri 267.000 (17,7%) e al sud 808.000 (53,6%). Cinque anni dopo i disoccupati sono aumentati del 121,3% al nord, arrivando a quota 956.000, mentre il sud da solo ospita 1,3 mln di persone in cerca di lavoro (+63,1%); al centro si trovano i restanti 507.000 disoccupati (+89,9%).

Rispetto a un quadro generale preoccupante, la situazione dei giovani appare catastrofica.

Nella fascia tra 15 e 24 anni il 46,9% al sud cerca lavoro, con un incremento di 14,6 punti percentuali. A livello nazionale le nuove generazioni senza occupazione sono aumentate del 15%, arrivando al 35,3%.

Operai non disperiamo ora arriva il governo del Pd e del Pdl ci sistemerà tutti

Condividi:

Facebook Comments

3 Comments

  1. pibi

    buon 1 maggio

    1 maggio 2013
    Lavoratori, sindacati, movimenti, lottiamo uniti per
    Riduzione dell’orario a parità di salario
    Salario ai disoccupati
    Pensioni decenti

    http://www.alpcub.com/1_maggio_2013x.pps

  2. ocpavia

    Io al massimo posso lottare insieme ai lavoratori, come operaio.
    sindacati e movimenti: non pervenuti, se non per firmare patti scellerati col padrone.
    Ci serve solo il Partito degli Operai

  3. pibi

    caro ocpavia
    sono daccordo,
    unità con chi ci sta a lottare con gli operai sulla piattaforma decisa a partire da chi deve lottare per la propria sopravvivenza immediasta