Sciopero a fianco della Jabil occupata

Caro Operai Contro Quattro ore di sciopero dei metalmeccanici della Fiom di Sesto, contro i licenziamenti. Quattro ore di lotta spese a fianco degli operai Jabil licenziati e in presidio; e a fianco dei 700 lavoratori che la Nokia-Siemens ha dichiarato “esuberi”. C’erano delegazioni operaie della Marcegaglia di Sesto, dell’Ansaldo Energia di Sesto, della Innse di Lambrate e di altre fabbriche più piccole. A Cassina Dè Pecchi si sono concentrati proprio davanti alla storico sito industriale, “Resistiamo con la fabbrica occupata e il presidio esterno”. Questo fra l’altro ha detto col megafono un operaio delegato Fiom. E ancora: “Respingiamo […]
Condividi:

Caro Operai Contro

Quattro ore di sciopero dei metalmeccanici della Fiom di Sesto, contro i licenziamenti.

Quattro ore di lotta spese a fianco degli operai Jabil licenziati e in presidio; e a fianco dei 700 lavoratori che la Nokia-Siemens ha dichiarato “esuberi”.

C’erano delegazioni operaie della Marcegaglia di Sesto, dell’Ansaldo Energia di Sesto, della Innse di Lambrate e di altre fabbriche più piccole.

A Cassina Dè Pecchi si sono concentrati proprio davanti alla storico sito industriale,

“Resistiamo con la fabbrica occupata e il presidio esterno”. Questo fra l’altro ha detto col megafono un operaio delegato Fiom. E ancora: “Respingiamo i licenziamenti e invitiamo gli operai a fare la stessa cosa, occupando le fabbriche senza farsi imbrigliare dalle illusioni legate agli ammortizzatori sociali”.

Poi la manifestazione sulla Padana Superiore è arrivata fino alla fermata del metrò di Cassina, ma l’occupazione dei binari per oggi non c’è stata.

Saluti dal Presidio Jabil di Cassina Dè Pecchi MI

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.