SE Asia, Cina, Nord Corea, Russia, Usa

RASSEGNA STAMPA Asia Times      130410 La Cina mira al Sud Corea con il soft power Sunny Seong-hyon Lee –       Tesi AT: –       La Cina starebbe riconsiderando le sue relazioni – non tanto con il Nord Corea come pensa Obama – ma verso il Sud Corea (SC), uno “Stato pendola”, l’anello debole nell’alleanza  Usa-SC-Jap, che pensa di poter tirare dalla propria parte allontanandola dagli Usa. –       Pechino ritiene che il SC abbia più affinità con la Cina che con il Jap, con il quale hanno entrambe dispute storiche e territoriali (Isole Takeshima), che hanno guastato le relazioni SC–Jap, fondamentali per […]
Condividi:

RASSEGNA STAMPA

Asia Times      130410

La Cina mira al Sud Corea con il soft power

Sunny Seong-hyon Lee

       Tesi AT:

       La Cina starebbe riconsiderando le sue relazioni – non tanto con il Nord Corea come pensa Obama – ma verso il Sud Corea (SC), uno “Stato pendola”, l’anello debole nell’alleanza  Usa-SC-Jap, che pensa di poter tirare dalla propria parte allontanandola dagli Usa.

       Pechino ritiene che il SC abbia più affinità con la Cina che con il Jap, con il quale hanno entrambe dispute storiche e territoriali (Isole Takeshima), che hanno guastato le relazioni SCJap, fondamentali per gli USA.

o   Pechino starebbe corteggiando il SC, e questo mentre – nel quadro dei cambiamenti geo-strategici ed economici della regione – in Nord Corea sta montando il bellicismo e anche la relazione USA-SC sta modificandosi:

o   il SC vuole adeguare il proprio status nelle relazioni di potenza alla sua ascesa globale, e questo significa una maggiore autonomia dagli USA,

o   esempio recente la disputa sull’accordo ROK-USA (ROK=Rep. di Corea) per il nucleare civile, con il SC che desidera produrre il proprio combustibile nucleare, come il Jap.

o   Gli Usa condividono l’intelligence con l’Australia sulla Cina, ma non lo fanno con il SC sul Nord Corea.

 

       Anche il Sud Corea sta riconsiderando le sue relazioni con la Cina, e intende guadagnarsene l’appoggio, anche in vista di una eventuale riunificazione della penisola, guidata dal Sud Corea.

       Il SC risponde al corteggiamento di Pechino, pensando di usarlo per strappare a Washington  quanto da tempo richiede.

———————

Ft        130410

La Cina aggiusta il suo approccio al Nord Corea

Kathrin Hille, Pechino

       Pechino pensa sempre più che la politica nordcoreana “del rischio calcolato”  danneggi gli interessi cinesi.

       La modificazione delle sue relazioni con il Nord Corea deve avvenire senza pregiudicare la stabilità della penisola, e questo spiega la contraddizione tra il dibattito interno sull’abbandono dell’alleanza con il Nord Corea e il suo mantenimento a livello ufficiale.

       Usa e Cina hanno interesse alla stabilità della penisola coreana, e su questo possono cooperare; il problema per la Cina è come farlo,

       senza scatenare maggiore bellicosità da parte del NC, o perfino il crollo del regime assumendo una linea troppo rigida o allineandosi apertamente con Washington.

       Benché la posta in gioco fosse minore rispetto a quella in gioco con il Nord Corea, Pechino è stata riluttante ad opporsi a regimi con cui ha collaborato a lungo,

o   con quello siriano di Bashar al-Assad, di cui è risultata di fatto sostenitrice, assieme alla Russia;

       con quello di Gheddafi, dal cui abbattimento i gruppi cinesi hanno subito danni economici.

———————-

Asia Times      130409

La Cina sul filo del rasoio sulla Corea

Francesco Sisci

Tesi:

       La questione nordcoreana è divenuta lo snodo delle relazioni multilaterali in Asia, dove è mutato l’ordine regionale, Pechino non può più sottomettere la sua politica estera al comportamento del Nord Corea,

       il cui ruolo geopolitico per la Cina è modificato dal fatto che sia Taiwan che il Sud Corea hanno migliorato le relazioni con Pechino.

       In Cina c’è chi pensa che fosse la Cina e non gli Usa l’obiettivo del test nucleare del Nord Corea, stanco di essere usato come pedina della strategia cinese, e che sia servito al presidente Kim Jong-eun per dare dimostrazione della sua forza ai generali e zii che lo controllano.

———————-

Asia Times      130415

Un ombrello nucleare cinese per il nord Corea?

Qingshan Tan

       Quella nucleare è l’unica carta che il Nord Corea può giocare per negoziare con gli USA (che secondo i leader nordcoreani vorrebbero rovesciare il regime).

       La Cina non vuole che sanzioni più rigide portino al collasso economico o politico il Nord Corea,

che potrebbe essere evitato con lo sviluppo economico in cambio della denuclearizzazione del Nord Corea e della protezione nucleare cinese e dell’aiuto economico internazionale.

 [R+T]

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.