ROMA SI PRENDE CASA

Lo Tsunami è arrivato! La proposta dei movimenti: “gli enti locali acquistino a prezzo di costo le 51,000 case sfitte sul mercato per risolvere l’emergenza abitativa, si smetta di costruire e si recuperi il dismesso e l’invenduto”. Sono nove le nuove occupazioni in tutta Roma: colpita la rendita e i poteri forti. A Ponte di Nona occupate le case sfitte di Caltagirone e a Garbatella ex Asl dismessa. Colpito il patrimonio sfitto dell’Atac con due occupazioni sulla Tiburtina. A San Basilio occupato uno stabile di proprietà del fondo immobiliare del Banca Popolare di Milano, mentre in XI municipio occupati […]
Condividi:

Lo Tsunami è arrivato!

La proposta dei movimenti: “gli enti locali acquistino a prezzo di costo le 51,000 case sfitte sul mercato per risolvere l’emergenza abitativa, si smetta di costruire e si recuperi il dismesso e l’invenduto”.

Sono nove le nuove occupazioni in tutta Roma: colpita la rendita e i poteri forti. A Ponte di Nona occupate le case sfitte di Caltagirone e a Garbatella ex Asl dismessa. Colpito il patrimonio sfitto dell’Atac con due occupazioni sulla Tiburtina. A San Basilio occupato uno stabile di proprietà del fondo immobiliare del Banca Popolare di Milano, mentre in XI municipio occupati locali prima dell’assessorato alla Casa della Regione Lazio, ora sul mercato con un fondo immobiliare con sede a Lussemburgo. Sull’Appia lo stabile invaso da famiglie in emergenza abitativa è di proprietà dei Cavalieri dell’Ordine di Malta. In via Antonio Musa è nato lo studentato occupato Degage.

 

 

Roma. Un’altra ondata di occupazioni. 9 palazzi, 3000 persone prendono casa


La proposta dei movimenti: “gli enti locali acquistino a prezzo di costo le 51,000 case sfitte sul mercato per risolvere l’emergenza abitativa, si smetta di costruire e si recuperi il dismesso e l’invenduto”.
A Ponte di Nona occupate le case sfitte di Caltagirone e a Garbatella ex Asl dismessa. Colpito il patrimonio sfitto dell’Atac con due occupazioni sulla Tiburtina. A San Basilio occupato uno stabile di proprietà del fondo immobiliare del Banca Popolare di Milano, mentre in XI municipio occupati locali prima dell’assessorato alla Casa della Regione Lazio, ora sul mercato con un fondo immobiliare con sede a Lussemburgo. Sull’Appia lo stabile invaso da famiglie in emergenza abitativa è di proprietà dei Cavalieri dell’Ordine di Malta. In via Antonio Musa è nato lo studentato occupato Degage dove alle 17 si terrà un’assemblea pubblica (leggi il comunicato).
A CasalBertone gli studenti universitari di MushRoom Project occupano uno studentato vuoto (leggi il comunicato).

Guarda le prime foto e leggi il comunicato dei movimenti per il diritto all’abitare.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.