PASQUA NELLA CARTIERA OCCUPATA

Caro Operai Contro Una bella notizia. I 188 operai della cartiera Burgo di Mantova, sono tornati in fabbrica decidendo di occuparla. L’azienda li aveva messi in cassa integrazione straordinaria a zero ore, dall’8 febbraio, oltre un mese fa. Presidiano la fabbrica in continuazione, festività comprese, una quindicina per ogni turno, ma spesso si trovano ad essere di più, perché molti operai non si limitano a fare il loro turno, ci tengono ad esserci, e arrivano i primi sostenitori. Si organizzano per resistere, ai licenziamenti annunciati quando finirà la cassa integrazione, e non si accontentano certo dell’attuale sussidio di 850 […]
Condividi:

Caro Operai Contro

Una bella notizia. I 188 operai della cartiera Burgo di Mantova, sono tornati in fabbrica decidendo di occuparla. L’azienda li aveva messi in cassa integrazione straordinaria a zero ore, dall’8 febbraio, oltre un mese fa.

Presidiano la fabbrica in continuazione, festività comprese, una quindicina per ogni turno, ma spesso si trovano ad essere di più, perché molti operai non si limitano a fare il loro turno, ci tengono ad esserci, e arrivano i primi sostenitori.

Si organizzano per resistere, ai licenziamenti annunciati quando finirà la cassa integrazione, e non si accontentano certo dell’attuale sussidio di 850 euro al mese.

Il punto di ritrovo è la sala mensa dove si discute e si decide il da farsi, le lotte e le iniziative.

Hanno appeso le tute blu in bella vista, come avevano fatto a suo tempo gli operai delle officine di Bellinzona e della Innse di Milano, due battaglie vinte sul campo che, per la determinazione e per il modo in cui sono state condotte, sono da esempio per gli operai della Burgo, e per tutti gli operai.

Operai della Burgo, approfondite e applicate gli esempi delle fabbriche dove gli operai hanno vinto la battaglia.

Saluti sostenitori degli operai che resistono.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.