LA GUERRA CIVILE DEI PARTITI

Caro Operai Contro “Coloro che abbiamo eletto stanno per appiccare il fuoco anche all’ultimo colle della Repubblica?” Così chiude il suo articolo dalla prima pagina del Corriere, Antonio Polito. Forse vuole pre- allertare i Vigili del fuoco? Nello stesso articolo si legge che i partiti italiani sono in guerra civile fra di loro. Converrà a noi operai tenerne conto, per essere all’altezza della situazione e non trovarci impreparati, sotto il tiro del fuoco dei partiti. Riporto la frase in questione: “i partiti italiani che non escono da una guerra civile e che dovrebbero avere nel loro Dna, l’attitudine al […]
Condividi:

Caro Operai Contro

“Coloro che abbiamo eletto stanno per appiccare il fuoco anche all’ultimo colle della Repubblica?”

Così chiude il suo articolo dalla prima pagina del Corriere, Antonio Polito.

Forse vuole pre- allertare i Vigili del fuoco?

Nello stesso articolo si legge che i partiti italiani sono in guerra civile fra di loro.

Converrà a noi operai tenerne conto, per essere all’altezza della situazione e non trovarci impreparati, sotto il tiro del fuoco dei partiti.

Riporto la frase in questione: “i partiti italiani che non escono da una guerra civile e che dovrebbero avere nel loro Dna, l’attitudine al compromesso su cui si basano le democrazie, non sono stati capaci di dire di sì al presidente Napolitano e di dare vita a un governo.”

Organizziamoci. Chiunque vincerà la guerra civile fra i partiti, pretenderà di fare pagare a noi il conto, per salvare i padroni e le banche.

Nossignori! Avete sbagliato i conti!

Saluti da un estimatore di Operai Contro.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.