PROLETARIATO E DEMOCRAZIA

Le lotte dei facchini non finiscono di stupire. Molto è stato detto in merito alle origini e allo sviluppo di queste lotte che da cinque anni agitano la scena sociale italiana, e a questo proposito rimando al bell’articolo di Nando Mainardi: Si-Cobas, a fianco dei lavoratori sotto le cariche della polizia [«Il Fatto Quotidiano», 21 marzo 2013: http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/21/si-cobas-a-fianco-dei-lavoratori-sotto-cariche-della-polizia/538145/].Una voce fuori dal coro. Quella che mancava era una riflessione politica che ora è arrivata. Era inevitabile. Le immagini della violenza poliziesca contro i lavoratori sono sotto i nostri occhi. Violenze accompagnate da denunce, processi, sanzioni, come il Foglio di via che […]
Condividi:

Le lotte dei facchini non finiscono di stupire. Molto è stato detto in merito alle origini e allo sviluppo di queste lotte che da cinque anni agitano la scena sociale italiana, e a questo proposito rimando al bell’articolo di Nando Mainardi: Si-Cobas, a fianco dei lavoratori sotto le cariche della polizia [«Il Fatto Quotidiano», 21 marzo 2013: http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/21/si-cobas-a-fianco-dei-lavoratori-sotto-cariche-della-polizia/538145/].Una voce fuori dal coro.

Quella che mancava era una riflessione politica che ora è arrivata. Era inevitabile. Le immagini della violenza poliziesca contro i lavoratori sono sotto i nostri occhi. Violenze accompagnate da denunce, processi, sanzioni, come il Foglio di via che ha colpito Aldo Milani. La sostanza di questi fatti è ben riassunta nel comunicato del Si Cobas che riporto in calce, in cui si dice:

«La lezione che dobbiamo trarre da queste vicende è che: COSTITUZIONE, DEMOCRAZIA, DIRITTI sono parole vuote di fronte a questi livelli di repressione preventiva. 
Democrazia e diritti possono essere praticati nel concreto solo imponendolo con la lotta diretta come avviene nella logistica.

Noi siamo la classe che può mettere in discussione tutto lo stato di cose presenti e che emancipando noi stessi emancipiamo tutto il mondo.

Questa è la nostra missione storica, in questa prospettiva dobbiamo organizzare le lotte contro la democrazia e il suo potere che sa solo utilizzare la repressione contro chi lavora perché ha paura».

Proletariato e democrazia

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.