PERCHE’ IL FOGLIO DI VIA A ALDO MILANI?

Perché il foglio di via ad Aldo Milani? Gli anni passano, ma capitalismo vuol sempre dire sfruttamento e violenza. E lo Stato è sempre uno strumento al servizio dei padroni. Costituzione, democrazia, diritti sono parole vuote. Servono solo a coprire un sistema di privilegi, basato sullo sfruttamento, l’oppressione e la violenza. Il foglio di via è un vecchio provvedimento schifoso, studiato per colpire gli strati più deboli della popolazione: i «poveri», i senza fissa dimora, le puttane, i girovaghi. Ma anche i «sovversivi». Tra cui i sindacalisti operai come Aldo Milani. Tutta brutta gente, da tenere sotto controllo. Per […]
Condividi:

Perché il foglio di via ad Aldo Milani?

Gli anni passano, ma capitalismo vuol sempre dire sfruttamento e violenza.

E lo Stato è sempre uno strumento al servizio dei padroni.

Costituzione, democrazia, diritti sono parole vuote.

Servono solo a coprire un sistema di privilegi, basato sullo sfruttamento, l’oppressione e la violenza.

Il foglio di via è un vecchio provvedimento schifoso, studiato per colpire gli strati più deboli della popolazione:

i «poveri», i senza fissa dimora, le puttane, i girovaghi.

Ma anche i «sovversivi».

Tra cui i sindacalisti operai come Aldo Milani.

Tutta brutta gente, da tenere sotto controllo.

Per questo, in sessantacinque anni di Repubblica italiana (nata dalla Resistenza), nessun politicante democratico ha voluto eliminare il foglio di via.

Il foglio di via è sempre utile per garantire l’ordine dei padroni. Soprattutto oggi.

Solo le lotte dei proletari possono stracciare il foglio di via.

E solo le lotte dei proletari possono aprire la strada verso una società che elimina lo sfruttamento.

Senza padroni e senza Stato.

Il primo appuntamento è il 22 marzo, a fianco dei facchini.

d.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.