I PADRONI DEVONO RINGRAZIARE GRILLO

Redazione di OperaiContro, i padroni devono ringraziare Grillo. Grillo ha affermato: “Ho incanalato tutta la rabbia in questo movimento. Dovrebbero ringraziarci uno ad uno: se noi falliamo l’Italia sarà guidata dalla violenza nelle strade”. Lo dice il leader di M5S Beppe Grillo in un’intervista al magazine Time mettendo in guardia che se il suo movimento fallirà “questo accadra”. Tutto è iniziato qui: il Fascismo, le banche. Abbiamo inventato il debito e anche la mafia. Se la violenza non è iniziata qui” è grazie al nostro movimento, afferma Grillo. Grillo si da la qualifica di salvatore della democrazia borghese. Il […]
Condividi:

Redazione di OperaiContro,

i padroni devono ringraziare Grillo.

Grillo ha affermato: “Ho incanalato tutta la rabbia in questo movimento. Dovrebbero ringraziarci uno ad uno: se noi falliamo l’Italia sarà guidata dalla violenza nelle strade”. Lo dice il leader di M5S Beppe Grillo in un’intervista al magazine Time mettendo in guardia che se il suo movimento fallirà “questo accadra”. Tutto è iniziato qui: il Fascismo, le banche. Abbiamo inventato il debito e anche la mafia. Se la violenza non è iniziata qui” è grazie al nostro movimento, afferma Grillo.

Grillo si da la qualifica di salvatore della democrazia borghese.

Il suo movimento rallenterà soltanto la rabbia, ma ci darà il tempo di costruire il nostro partito.

Un operaio di Torino

Condividi:

Facebook Comments

1 Comment

  1. ocpavia

    E nel caso di “violenza nelle strade” da che parte intende stare il nostro Prozac Antioperaio?
    E se malauguratamente nella “violenza nelle strade” apparisse anche tutto il sottoproletariato completamente schiavizzato dei migranti rinchiusi nei CIE o nei lager a cielo aperto dei campi di arance e pomodori?? O i reietti “zingari”, dei quali il Prozac Antioperaio non conosce una benemata mazza e neanche distingue un montenegrino da uno che è più italiano di lui?! E pensare che viene pure da Genova, che qualcosina di storia interculturale ha pur visto.

    Mi sa che nel caso di “violenza nelle strade” lui, che è uomo di folla (da fottere, come diceva l’amico suo), sarà il primo a beccarsi il littore sugli incisivi.

    Un fraterno saluto Operaio al Compagno di Torino, da Pavia.