BERSANI E’ IL PRIMO, MA NON HA VINTO

Pier Luigi Bersani rompe il silenzio e da “vincitore non in grado di governare” decide di fare la prima mossa: butta la palla in avanti. Bersani inizia a leccare il culo a Grillo: “So che fin qui hanno detto ‘tutti a casa’, ora ci sono anche loro, o vanno a casa anche loro o dicono che cosa vogliono fare per questo paese loro e dei loro figli”. Cosa vuole il Pd? Quattro ‘titoli’ li definisce Bersani: “Riforme istituzionali, la riforma della politica e dei suoi costi, la legge sui partiti e una moralità pubblica e privata”. Un mini programma che […]
Condividi:

Pier Luigi Bersani rompe il silenzio e da “vincitore non in grado di governare” decide di fare la prima mossa: butta la palla in avanti.

Bersani inizia a leccare il culo a Grillo: “So che fin qui hanno detto ‘tutti a casa’, ora ci sono anche loro, o vanno a casa anche loro o dicono che cosa vogliono fare per questo paese loro e dei loro figli”.

Cosa vuole il Pd? Quattro ‘titoli’ li definisce Bersani: “Riforme istituzionali, la riforma della politica e dei suoi costi, la legge sui partiti e una moralità pubblica e privata”. Un mini programma che ricalca, su alcuni punti, ciò che professa da tempo il Movimento 5 Stelle. A cui Bersani invia un messaggio netto: “Noi siamo favorevoli alla corresponsabilità per i livelli istituzionali. Il Movimento 5 Stelle è il primo partito. Secondo i grandi modelli democratici, ciascuno si prenda le sue responsabilità”.

Cosa farà il primo partito d’Italia?

“Valuteremo legge per legge, riforma per riforma” ha detto Beppe Grillo, non negando un appoggio del M5S qualora in Parlamento “ci siano delle proposte convergenti” col programma a 5 Stelle. Grillo parla e sbraita , ma in sicilia governa con il Pd. Anzi è solo grazie a Grillo che il Pd governa in Sicilia.

bersani-interna-nuova2

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.