PARASSITI, LADRI, ASSASSINI

Condividi:

Mentre i sindacalisti di FIM-FIOM-UILM erano a prendere gli ordini dal governo e a intascare le mazzette da Ferrante i 300 operai venuti a Roma da tutte le fabbriche dell’ILVA erano bloccati lontano dal palazzo.

“Parassiti”, “ladri”, “assassini”: gli operai dell’Ilva si scagliano contro tutta la classe politica mentre a palazzo Chigi e’ in corso la riunione sul destino dell’azienda di Taranto. I circa 300 operai giunti a Roma, da Genova, Taranto, Novi Ligure, Racconigi, da oltre un’ora stanno urlando slogan contro una “classe politica di ladri”, che “non da risposte” e che “sa solo rubare”.

“Siete voi la rovina dell’Italia – dicono i manifestanti rivolti ai politici – siamo qui per il nostro lavoro e per il nostro futuro, che voi ci state rubando”.

I manifestanti hanno intonato cori contro Monti, il ministro Fornero e i Riva, proprietari della fabbrica di Taranto. Ad ascoltare le ragioni degli operai, solo i giornalisti: al momento da Montecitorio nessun parlamentare e’ uscito in piazza per incontrarli e ascoltarli.

I ladri e farabutti erano a brindare con i sindacalisti

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.