Cresca e dilaghi la protesta in piazza.

Condividi:

Cresca e dilaghi la protesta in piazza.

Caro operai Contro

Giornalisti e commentatori compunti, non sanno piu’ come raccontarla. O meglio, da una parte giustificano tutto cio’ che di antioperaio e antipopolare ha messo in atto questo governo; dall’altra devono sempre trovare una pezza per le promesse del governo che rimangono tali. Prendiamo l’Irpef, gli esodati, le detrazioni, siamo al nulla di fatto. Se ne parla da mesi ma non se ne fa nulla, eppure stiamo parlando di bricioline. E la politica per il lavoro l’hanno risolta con il licenziamento facile.
Persino il meccanismo per recuperare l’evasione fiscale e’ fermo perche’ il governo non trova il tempo di attivarlo…sono troppo impegnati.
Ed anche la riforma elettorale che dovevano fare da non so quanto tempo, e’ ancora lettera morta, l’unica novita’ e’ che tutti sono d’accordo, con modalita’ diverse, ad una riedizione modificata del Porcellum.
Sono totalmente inorridita e schifata. Forse ho creduto alle favole anche da grande.
Oggi spero tanto che l’incazzatura vista ieri nelle piazze, cresca e dilaghi, cresca e dilaghi, dilaghi, dilaghi, dilaghi….
Saluti con simpatia da una lettrice

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.