Archive for Ottobre, 2012

  • Alle ore 6,00 polizia e carabinieri attaccano il picchetto e feriscono i lavoratori. Uno e’ in ospedale ferito alla testa. Alle ore 8,00 il picchetto resiste ancora e ai poliziotti non resta che schierarsi per intimidire: ci fanno un baffo non ci fanno paura! Loro sono costretti a deviare i camion in un’altra porta, non riusciamo a coprire anche quella, piu’ tardi andremo all’ispettorato del lavoro per denunciare il fatto che chiamano per telefono al lavoro e hanno fatto entrare dei furgoni con lavoratori non dell’ikea Facebook Comments 0

    IKEA, LA POLIZIA ATTACCA GLI OPERAI

    Alle ore 6,00 polizia e carabinieri attaccano il picchetto e feriscono i lavoratori. Uno e’ in ospedale ferito alla testa. Alle ore 8,00 il picchetto resiste ancora e ai poliziotti non resta che schierarsi per intimidire: ci fanno un baffo non ci fanno paura! Loro sono costretti a deviare i camion in un’altra porta, non riusciamo a coprire anche quella, piu’ tardi andremo all’ispettorato del lavoro per denunciare il fatto che chiamano per telefono al lavoro e hanno fatto entrare dei furgoni con lavoratori non dell’ikea Facebook Comments

    Continue Reading

  • I risultati degli esami sulla catena alimentare: il 30% del latte caprino e’ contaminato GUIDO RUOTOLO ROMA Dall[k]interpretazione statistica dei dati si evidenzia che ci si attende che il 30% del latte di pecora sia contaminato in misura superiore al limite di legge[k]. Il rapporto e’ da alcuni giorni sulla scrivania del ministro della Salute, Renato Balduzzi. La Direzione generale per l[k]Igiene e la sicurezza degli alimenti e della nutrizione ha dato il via a un Piano di sorveglianza sulla contaminazione da diossine nell[k]area di Taranto: tra il 26 settembre e il 6 ottobre sono stati realizzati prelievi a […] 0

    TARANTO L’ALLARME DIOSSINA

    I risultati degli esami sulla catena alimentare: il 30% del latte caprino e’ contaminato GUIDO RUOTOLO ROMA Dall[k]interpretazione statistica dei dati si evidenzia che ci si attende che il 30% del latte di pecora sia contaminato in misura superiore al limite di legge[k]. Il rapporto e’ da alcuni giorni sulla scrivania del ministro della Salute, Renato Balduzzi. La Direzione generale per l[k]Igiene e la sicurezza degli alimenti e della nutrizione ha dato il via a un Piano di sorveglianza sulla contaminazione da diossine nell[k]area di Taranto: tra il 26 settembre e il 6 ottobre sono stati realizzati prelievi a […]

    Continue Reading

  • Assassinato su una panchina dal suo datore di lavoro. Il tentativo di chiarimento non e’ bastato a salvare la vita di un giovane sudanese di circa 30 anni, raggiunto da un colpo di pistola al torace mentre discuteva con il suo assassino nel Parco degli Acquedotti a Roma, alla Tuscolana che, per uccidere, ha portato con se anche suo figlio minorenne. La vittima, che in passato aveva lavorato in un bar, si era presentata nel pomeriggio ad un appuntamento al parco, e aveva portato con se’ il certificato dell[k]ultima sanatoria per la regolarizzazione degli immigrati. Questa e’ la realta’ […] 0

    LA SANATORIA DEI PADRONI

    Assassinato su una panchina dal suo datore di lavoro. Il tentativo di chiarimento non e’ bastato a salvare la vita di un giovane sudanese di circa 30 anni, raggiunto da un colpo di pistola al torace mentre discuteva con il suo assassino nel Parco degli Acquedotti a Roma, alla Tuscolana che, per uccidere, ha portato con se anche suo figlio minorenne. La vittima, che in passato aveva lavorato in un bar, si era presentata nel pomeriggio ad un appuntamento al parco, e aveva portato con se’ il certificato dell[k]ultima sanatoria per la regolarizzazione degli immigrati. Questa e’ la realta’ […]

    Continue Reading

  • Gli astenuti sono i vincitori delle elezioni in Sicilia con il 53%. Alla chiusura dei seggi, alle 22, per le elezioni regionali ha votato il 47degli aventi diritto, pari a 2.203.885 elettori. L[k]astensione, insomma, oltre a essere di gran lunga il primo partito dell[k]isola, ha superato le aspettative della vigilia. Oltre 20 liste della borghesia piene di mafiosi, ladri e corrotti. La popolazione ha risposto Facebook Comments 0

    ELEZIONI IN SICILIA, ASTENUTI AL 53%

    Gli astenuti sono i vincitori delle elezioni in Sicilia con il 53%. Alla chiusura dei seggi, alle 22, per le elezioni regionali ha votato il 47degli aventi diritto, pari a 2.203.885 elettori. L[k]astensione, insomma, oltre a essere di gran lunga il primo partito dell[k]isola, ha superato le aspettative della vigilia. Oltre 20 liste della borghesia piene di mafiosi, ladri e corrotti. La popolazione ha risposto Facebook Comments

    Continue Reading

  • Il cervello localista di Di Vico Caro Operai Contro [k]Operai contro operai[k]. Cosi titolava in prima pagina in ultima colonna, il Corriere della Sera del 22 ottobre, in un articolo che proseguiva all’interno occupando una pagina intera. L’autore e’ quel Dario Di Vico, gia’ sindacalista venduto dirigente della Uil ed ora scribacchino ma sempre al soldo del padrone. Secondo Di Vico gli operai avrebbero [k]archiviato le regole della solidarieta’[k] e sarebbe nata [k]una nuova figura: l’operaio localista[k]. Prima di vedere quanto sia strumentale questa affermazione, Di Vico ci dovrebbe spiegare come mai non ha finora avuto nulla da ridire […] 0

    Il cervello localista di Di Vico

    Il cervello localista di Di Vico Caro Operai Contro [k]Operai contro operai[k]. Cosi titolava in prima pagina in ultima colonna, il Corriere della Sera del 22 ottobre, in un articolo che proseguiva all’interno occupando una pagina intera. L’autore e’ quel Dario Di Vico, gia’ sindacalista venduto dirigente della Uil ed ora scribacchino ma sempre al soldo del padrone. Secondo Di Vico gli operai avrebbero [k]archiviato le regole della solidarieta’[k] e sarebbe nata [k]una nuova figura: l’operaio localista[k]. Prima di vedere quanto sia strumentale questa affermazione, Di Vico ci dovrebbe spiegare come mai non ha finora avuto nulla da ridire […]

    Continue Reading

  • Sembra un paradosso la vicenda degli ex operai interinali che attendono l[k]assunzione dall[k]Ilva,ma e’ la realta’. La storia risale ad alcuni anni fa. I precari che hanno lavorato nelle ditte dell[k]appalto Ilva con contratti di somministrazione erano un numero oscillante tra i 600 e i 700, ma l[k]accordo di due anni fa non prevedeva l[k]assunzione immediata per tutti. FIOM,FIM, UILM vendettero gli operai L[k]intesa del 2010 prevedeva l[k]assunzione di 120 operai interinali su circa 650. Requisito per l[k]occupazione: aver lavorato per almeno 24 mesi nello stabilimento siderurgico. L[k]accordo siglato dal Gruppo Riva e da Fiom Cgil, Fim Cisl e […] 0

    TARANTO, PRECARI ILVA A SPASSO

    Sembra un paradosso la vicenda degli ex operai interinali che attendono l[k]assunzione dall[k]Ilva,ma e’ la realta’. La storia risale ad alcuni anni fa. I precari che hanno lavorato nelle ditte dell[k]appalto Ilva con contratti di somministrazione erano un numero oscillante tra i 600 e i 700, ma l[k]accordo di due anni fa non prevedeva l[k]assunzione immediata per tutti. FIOM,FIM, UILM vendettero gli operai L[k]intesa del 2010 prevedeva l[k]assunzione di 120 operai interinali su circa 650. Requisito per l[k]occupazione: aver lavorato per almeno 24 mesi nello stabilimento siderurgico. L[k]accordo siglato dal Gruppo Riva e da Fiom Cgil, Fim Cisl e […]

    Continue Reading

  • Il ricatto occupazionale, seppur meschino, fino ad oggi e’ stato sempre “tollerato”. Abbiamo rinunciato ai nostri diritti, alla sicurezza sui posti di lavoro, abbiamo subito vessazioni, persecuzioni, mobbing, annullamento della dignita’ e perso l’orgoglio di uomini e lavoratori per portare a casa un pezzo di pane. Il ricatto dei Riva e del Governo italiano, ci pone davanti alla rinuncia della salute e della vita, quella nostra e dei nostri figli, quella di uomini e donne innocenti che stanno pagando a caro prezzo il nostro diritto al lavoro, ormai e’ chiaro a tutti quello che succede nella nostra terra. E […] 0

    IL RICATTO

    Il ricatto occupazionale, seppur meschino, fino ad oggi e’ stato sempre “tollerato”. Abbiamo rinunciato ai nostri diritti, alla sicurezza sui posti di lavoro, abbiamo subito vessazioni, persecuzioni, mobbing, annullamento della dignita’ e perso l’orgoglio di uomini e lavoratori per portare a casa un pezzo di pane. Il ricatto dei Riva e del Governo italiano, ci pone davanti alla rinuncia della salute e della vita, quella nostra e dei nostri figli, quella di uomini e donne innocenti che stanno pagando a caro prezzo il nostro diritto al lavoro, ormai e’ chiaro a tutti quello che succede nella nostra terra. E […]

    Continue Reading

  • Protetto dalla polizia del regime, il duce Mario Monti e’ intervenuto al Festival della famiglia. Il Duce ha affermato: “In passato si e’ promesso troppo senza saper mantenere le promesse”. In pratica il Duce ha detto che ci ha preso per il culo e ridotto in miseria. Una salva di fischi salutava l’affermazione del Duce. Intanto la polizia sparava lacrimogeni e iniziava le solite cariche in onore del duce Facebook Comments 0

    IL DUCE MARIO MONTI AL FESTIVAL DELLA FAMIGLIA

    Protetto dalla polizia del regime, il duce Mario Monti e’ intervenuto al Festival della famiglia. Il Duce ha affermato: “In passato si e’ promesso troppo senza saper mantenere le promesse”. In pratica il Duce ha detto che ci ha preso per il culo e ridotto in miseria. Una salva di fischi salutava l’affermazione del Duce. Intanto la polizia sparava lacrimogeni e iniziava le solite cariche in onore del duce Facebook Comments

    Continue Reading

  • Intervista a Giacomo Alonzi operaio di linea, licenziato dalla Fiat Giacomo Alonzi 33 operaio addetto alle linee di montaggio della Fiat di Piedimonte San Germano/Cassino e’ stato licenziato alla fine di settembre 2012 La sua unica colpa aver in maniera continua e testarda difeso gli interessi dei colleghi di reparto. A Marchionne e agli azionisti della Fiat gli operai che alzano la testa non piacciono, sono incompatibili con i loro progetti. Inizialmente tentano di sottometterli totalmente alla gerarchia di fabbrica se questo tentativo si rivela inutile scatta la provocazione, la montatura, il licenziamento. Domanda. Da quanti anni lavori in […] 0

    Intervista a Giacomo Alonzi

    Intervista a Giacomo Alonzi operaio di linea, licenziato dalla Fiat Giacomo Alonzi 33 operaio addetto alle linee di montaggio della Fiat di Piedimonte San Germano/Cassino e’ stato licenziato alla fine di settembre 2012 La sua unica colpa aver in maniera continua e testarda difeso gli interessi dei colleghi di reparto. A Marchionne e agli azionisti della Fiat gli operai che alzano la testa non piacciono, sono incompatibili con i loro progetti. Inizialmente tentano di sottometterli totalmente alla gerarchia di fabbrica se questo tentativo si rivela inutile scatta la provocazione, la montatura, il licenziamento. Domanda. Da quanti anni lavori in […]

    Continue Reading

  • In aula con gli imputati. Prima udienza contro i sostenitori della lotta dell’Innse. Caro Operai Contro Gli operai della Innse sono arrivati in massa in Tribunale a Milano, invadendo l’aula, in solidarieta’ ai loro sostenitori, accusati di reati penali per aver senza tentennamenti, resistito con loro alla chiusura della fabbrica. Folta anche la presenza dei sostenitori. I fatti risalgono al 2009, e questo e’ il secondo attacco per vie giuridiche ai sostenitori. Questo attacco, come si legge nel comunicato delle RSU Innse e dei sostenitori: [k] e’ un nuovo tentativo per sanzionare i sostenitori degli operai della Innse che […] 0

    In aula con gli imputati.

    In aula con gli imputati. Prima udienza contro i sostenitori della lotta dell’Innse. Caro Operai Contro Gli operai della Innse sono arrivati in massa in Tribunale a Milano, invadendo l’aula, in solidarieta’ ai loro sostenitori, accusati di reati penali per aver senza tentennamenti, resistito con loro alla chiusura della fabbrica. Folta anche la presenza dei sostenitori. I fatti risalgono al 2009, e questo e’ il secondo attacco per vie giuridiche ai sostenitori. Questo attacco, come si legge nel comunicato delle RSU Innse e dei sostenitori: [k] e’ un nuovo tentativo per sanzionare i sostenitori degli operai della Innse che […]

    Continue Reading